Grazie alla partecipazione ad un mega appalto negli Usa da 20 miliardi di dollari per la costruzione di una flotta di fregate per la Marina Militare Americana, Fincantieri ieri è stata protagonista del listino delle midcap con una performance eccellente superiore ai sette punti percentuali, che riportano il titolo a ridosso della resistenza di 1.2400 euro.

Il quadro tecnico rimane caratterizzato dalla discesa dei prezzi seguita al massimo registrato a 1.55 di fine gennaio scorso, che ha visto i corsi fermarsi sul supporto di 1.09 per la seconda volta, livello dunque essenziale per evitare nuove cadute verso 0.9400 e 0.8550 euro attualmente comunque improbabili.

Sebbene i volumi siano quadruplicati nella sola giornata di ieri, ciò comunque non è bastato all'indicatore di trend CCI per assumere una cifra positiva varcando la soglia dello zero, il che avvrebbe decretato la fine dell'attuale fase di staticità dei corsi lungo il supporto di 1.08 e la cui forza potrebbe dare nuovo impulso verso la rottura dei massimi più recenti di 1.2040 euro.

Strategia operativa

Acquistare lungo tutta la fascia di prezzo compresa tra 1.05 e 1.15,  approfittando di eventuali cali del listino per italiano come quello odieno e monitorando il fondamentale supporto di 0.9550, che invaliderebbe la strategia rialzista.

Per operazioni di short selling monitorare il livello di resistenza di breve termine 1.2140, da cui potrebbero ripartire le vendite qualora riprenda il calo generalizzato degli indici o la mancata aggiudicazione delle commesse oggetto di appalto, con obiettivi 0.9750 e 0.8740 euro