Astaldi comunica di essersi aggiudicata, in raggruppamento di imprese, due nuovi contratti in Romania, entrambi relativi alla riabilitazione della linea ferroviaria Frontiera-Curtici-Simeria, parte del Corridoio Paneuropeo IV. Il valore complessivo delle opere da realizzare è pari a circa 776 milioni di euro, di cui il 42% ad Astaldi. I contratti si riferiscono ai lotti 2A e 2B del nuovo corridoio ferroviario per la riabilitazione e il consolidamento di 80 chilometri di ferrovia e 11 stazioni, il sistema di segnalamento e telocomunicazione ERTMS, nonché la realizzazione di 30 ponti e un tunnel. La contiguità dei due lotti consentirà considerevoli sinergie operative ed economie di scala tali da garantire la migliore esecuzione delle opere. La durata dei lavori è prevista pari a 36 mesi, con avvio entro il primo semestre di quest'anno. Il Committente è la Compagnia Nazionale delle Ferrovie della Romania. I lavori sono finanziati per il 75% da Fondi Europei (POIM) e per il restante 25% dal Budget di Stato. Astaldi realizzerà i lavori in qualità di leader di un raggruppamento di imprese costituito con FCC Costruccion SA (in quota al 42%), SC Thales Systems Romania S.r.l. (al 15%), Salcef Costruzioni Edili e Ferroviarie S.p.A. (all'1%). Il Gruppo Astaldi è presente da oltre 20 anni in Romania, dove ha già realizzato oltre 100 chilometri di ferrovie e metropolitane, 250 chilometri di strade e autostrade, 2 aeroporti internazionali (Henri Coanda di Bucarest, Avram Iancu di Cluj-Napoca) e, a Bucarest, lo Stadio Nazionale «Lia Manoliu», lo scenografico Viadotto Basarab e l'estensione della Linea 4 della Metropolitana. Attualmente, è impegnato, a Bucarest, nel completamento della Linea 5 della Metropolitana, nella progettazione e costruzione dell'Arena del Ghiaccio Mihail Flamaropol, nonché nella costruzione del Sottopasso stradale Piata Sudului, della Strada a scorrimento veloce Autostrada A1-Curiel e di un tratto dell'Autostrada Ogra-Campia Turzii.