Petrolio: chiusura in buon rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che si sono fermate a 65,61 dollari, in salita dell'1,77%.

Giappone: conclusione negativa oggi per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 terminare gli scambi a 23.669,49 punti, in ribasso dell'1,13%.

Wall Street: chiusura contrastata ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones è salito dello 0,16%, mentre l'S&P500 è sceso dello 0,06% e il Nasdaq Composite è calato dello 0,61% a 7415,06 punti. 

Dati Macro ed Eventi Usa: oggi saranno rese note le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 220mila a 240mila unità, mentre il Superindice a dicembre è visto in positivo dello 0,5% rispetto allo 0,4% precedente. Per le vendite di case nuove a dicembre le attese parlano di una frenata da 733mila a 707mila unità.

Risultati trimestrali Usa: tra i vari titoli segnaliamo 3M e Caterpillar che alzeranno il velo sui numeri del quarto trimestre del 2017, con un eps atteso rispettivamente a 2,02 e a 1,79 dollari, mentre quelli di Biogen e Celgene dovrebbero consegnare un utile per azione di 5,47 e di 1,95 dollari.
A mercati chiusi si guarderà ai conti di Intel e di Starbucks che per non deludere le attese dovranno riportare un eps di 0,86 e di 0,57 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: si guarderà alla Germania dove è atteso l'indice relativo alla fiducia dei consumatori che a febbraio è previsto invariato a 10,8 punti, mentre l'indice IFO, sempre riferito al mese in corso, dovrebbe passare da 117,2 a 117,1 punti.

L'evento clou della seduta sarà l'annuncio della BCE sui tassi di interesse, destinati a rimanere fermi allo 0%. Da seguire la consueta conferenza stampa del presidente Draghi che potrebbe fornire un orientamento sulle prossime mosse in materia di politica monetaria.