Borsa italiana in ascesa, altro record per FCA: FTSE MIB +1,11%.

Mercati azionari europei in rialzo. Wall Street positiva: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,4%, Nasdaq Composite +0,6%, Dow Jones Industrial +0,2% (nuovi massimi storici per i tre indici). A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,11%, il FTSE Italia All-Share a +1,07%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,77%, il FTSE Italia STAR a +1,23%.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli Stati Uniti i nuovi occupati di dicembre nel settore non agricolo sono risultati pari a 148.000 unità. Il dato è inferiore alle stime degli analisti che avevano previsto un incremento di 190.000 unità. L'indice ISM non manifatturiero USA a dicembre è calato a sorpresa a 55,9 punti da 57,4 punti del mese precedente e contro i 57,6 punti del consensus. Negli Stati Uniti gli ordini industriali nel mese di novembre sono cresciuti dell'1,3%. Gli economisti avevano previsto un incremento dell'1,1%. L'inflazione dell'eurozona a dicembre, nella rilevazione preliminare Eurostat, fa segnare un +1,4% a/a, in linea con le attese e in calo dal +1,5% di novembre. L'indice "core" (senza energia, cibo, alcolici e tabacco) si attesta a +0,9% a/a, in linea con il dato di novembre ma sotto il +1,0% del consensus. Secondo quanto comunicato da Destatis, in novembre le vendite retail sono cresciute in Germania del 4,4% annuo, contro il declino dello 0,9% di ottobre (e il progresso del 4,1% di settembre). Il dato è ampiamente migliore rispetto all'incremento del 2,5% stimato dagli economisti. L'inflazione in Italia a dicembre, nella rilevazione preliminare Istat, fa segnare un +0,4% m/m (ben sopra il consensus fissato a +0,2% e dopo il -0,2% di novembre) e un +0,9% a/a (come a novembre).