Borsa italiana in calo dopo gli ultimi progressi. Bene Telecom e Juventus. FTSE MIB -0,49%.

Il FTSE MIB segna -0,49%, il FTSE Italia All-Share -0,47%, il FTSE Italia Mid Cap -0,28%, il FTSE Italia STAR -0,12%.

BTP in progresso, stabile lo spread. Il rendimento del decennale segna 0,90% (chiusura precedente a 0,93%), lo spread sul Bund segna 130 bp (da 131) (dati MTS).

Mercati azionari europei in rosso: Euro Stoxx 50 -0,5%, FTSE 100 -0,9%, DAX -0,5%, CAC 40 -0,4%, IBEX 35 -0,7%.

Future sugli indici azionari americani negativi: S&P 500 -0,5%, NASDAQ 100 -0,6%, Dow Jones Industrial -0,5%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,65%, NASDAQ Composite +0,90%, Dow Jones Industrial +0,94% (nuovi massimi storici per i tre indici).

Mercato azionario giapponese in lieve calo, l'indice Nikkei 225 ha terminato a -0,14%. Borse cinesi deboli:* l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,62%, l'indice Hang Seng di Hong Kong a -0,34%.

Petroliferi in flessione: il greggio perde terreno dai massimi da giovedì scorso toccati ieri sera. Il future aprile sul Brent segna 55,40 $/barile (da 56,40 circa), il future marzo sul WTI 50,95 $/barile (da 52,00 circa). ENI -0,8%, Saipem -1,8%, Tenaris -1,3%.

Bancari in fisiologico calo dopo i progressi delle due sedute precedenti: l'indice FTSE Italia Banche segna -1,1%, l'EURO STOXX Banks -0,6%. UniCredit -1,4%, FinecoBank -1,1%, Banco BPM -1,0%, Mediobanca -1,0%, Intesa Sanpaolo -0,8%.

Indicazioni simili per industriali e automobilistici: Pirelli -1,5%, FCA -1,5%, CNH Industrial -1,0%, Prysmian -1,0%.

Telecom Italia +2,7% accelera e tocca i massimi da circa un mese grazie ai report positivi di alcuni broker dopo i risultati 2019 della controllata brasiliana TIM Participacoes (+4,05% ieri alla borsa di San Paolo). Nel quarto trimestre i ricavi sono saliti del 2,9% a/a, i costi sono scesi dello 0,7% a/a, l'EBITDA si è attestato a un livello record pari a 2 miliardi di reais (424 milioni di euro), ma sotto i 2,2 del consensus. L'utile netto è stato pari a 756 milioni di reais (160 milioni di euro) ben al di sopra dei 600 circa del consensus. Telecom comunicherà i risultati dell'ultimo trimestre e dell'intero esercizio 2019 il prossimo 10 marzo.