Borsa italiana sotto la parità: FTSE MIB -0,22%.

  • Il FTSE MIB segna -0,22%, il FTSE Italia All-Share -0,18%, il FTSE Italia Mid Cap -0,05%, il FTSE Italia STAR +0,12%.

Mercati azionari europei incerti:* DAX +0,3%, FTSE 100 -0,1%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 -0,1%.

  • Future sugli indici azionari americani poco mossi. *Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente a Wall Street: S&P 500 +0,70%, Nasdaq Composite +0,83%, Dow Jones Industrial +0,88% (nuovi massimi storici per i tre indici).

  • Mercato azionario giapponese oggi chiuso per festività. Borse cinesi positive:* l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen termina a +0,52%, l'Hang Seng di Hong Kong a +0,28%.

  • Avvio di ottava moderatamente positivo per i titoli del comparto petrolifero* a Piazza Affari. Sui mercati internazionali i prezzi del greggio sono stabili a ridosso dei massimi dalla primavera 2015 toccati giovedì mattina. I future marzo segnano per il Brent 67,70 $/barile, per il WTI 61,50 $/barile. La conta settimanale delle trivellazioni attive di Baker Hughes (rig count) ha rilevato una flessione di 5 unità negli Stati Uniti nella settimana al 5 gennaio 2018, inviando un segnale positivo al mercato. A Milano brilla Tenaris con un rialzo dell'1,3%.

  • Non si ferma il rally di FCA (+0,2% a 17,96 euro):* il titolo tocca in avvio il nuovo massimo storico a 18,48 euro per poi annullare i guadagni. Venerdì JP Morgan ha migliorato la raccomandazione sul titolo da neutral a overweight e incrementato il target da 14,60 a 21 euro.

  • In verde anche gli altri titoli del settore auto Pirelli&C (+0,5%), Ferrari (+0,3%).* Il comparto approfitta dell'ottimismo degli operatori riguardo alle prospettive del mercato dell'auto statunitense per il 2018.