La Competition and Markets Authority (Cma, autorità britannica per la concorrenza) giovedì ha lanciato un'indagine formale sulla prevista acquisizione di Asda per 7,3 miliardi di sterline da parte di Sainsbury's. Come sottolinea Reuters, l'integrazione del terzo maggiore operatore di supermarket di Gran Bretagna (controllata del gigante Usa Walmart) nel numero due del mercato Sainsbury's garantirebbe alle due società di superare il leader Tesco e di meglio competere con i discount tedeschi Aldi e Lidl, come pure con il big del commercio elettronico Amazon.com. In maggio la Cma aveva anticipato la possibilità di un'indagine sull'operazione annunciata il mese prima da Sainsbury's e Walmart. "È fondamentale scoprire se i milioni di consumatori che fanno acquisti nei supermercati abbiano da perdere da questo accordo", ha dichiarato Andrea Coscelli, chief executive della Cma. "Non permetteremo che l'accordo proceda a meno che ogni timore che venga individuato non sia risolto del tutto", ha aggiunto. Fino al 31 agosto sarà possibile presentare pareri sulla fusione, mentre come ricorda Reuters Sainsbury's e Asda (che puntano a finalizzare il deal nella seconda metà del 2019) hanno chiesto alla Cma di passare rapidamente alla Fase 2 dell'indagine (che abitualmente dura 24 settimane, con una possibile estensione di altre otto). Sainsbury's ha chiuso in declino dello 0,29% la seduta di giovedì a Londra, contro la flessione dello 0,15% del Ftse 100. Walmart ha successivamente perso lo 0,51% a Wall Street.

(RR - www.ftaonline.com)