Accelera al rialzo il cambio euro/dollaro *nel pomeriggio e si porta a 1,2395 con un rialzo dello 0,48 per cento. Il *Dollar Index *cede lo 0,10% dopo la pubblicazione dei dati sull'inflazione USA* cresciuta del 2,2% a/a a febbraio e dello 0,2% in confronto al mese di gennaio. Il dato, in linea con le attese, ha sopito i timori di un'accelerazione al rialzo dei prezzi che potrebbe tradursi in una più rapida stretta monetaria della Fed *quest'anno (e quindi in un recupero del dollaro). Da questo la reazione al ribasso del dollaro sui mercati internazionali già attenti alla notizia della sostituzione del Segretario di Stato *Rex Tillerson con il capo della Cia Mike Pompeo. Il dollaro mantiene comunque un vantaggio sullo yen, agitato dalla nuova crisi politica che coinvolge la moglie del premier Shinzo Abe (USD/JPY +0,29%), ma perde lo 0,49% sulla sterlina.

(GD - www.ftaonline.com)