Euro sui massimi da cinque mesi contro Yen. Nel corso dell'ultima ottava la moneta unica si è rafforzata ulteriormente, inviando segnali di forza che potrebbero preludere a una estensione del movimento ascendente in atto da metà agosto verso area 134 almeno, per un test della trend line che scende dai record di fine 2014, ed eventualmente più sopra fino ai top di febbraio a 137,50 circa. Le quotazioni sono a un passo dal test del lato superiore di un canale che contiene l'andamento dell'ultimo mese, coincidente a 133,48 circa con i massimi dello scorso aprile. L'arrivo su questi livelli, unito ai segnali di ipercomprato comparsi recentemente sui principali oscillatori tecnici, potrebbe favorire l'avvio di una pausa prima che i prezzi possano tornare a premere sull'acceleratore verso i target indicati. Discese fino ad area 130 sono quindi compatibili con lo scenario appena descritto. Possibile indebolimento, invece, sotto 127,85/128,00, area di supporto critica non solo nel breve termine: probabile in tal caso un pericoloso test dei minimi allineati di maggio e agosto, in area 124,90/125,00.

(CC - www.ftaonline.com)