Piazza Affari tira il fiato dopo cinque sedute consecutive di rialzi. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,18%, il Ftse Italia All Share lo 0,11% mentre il Ftse Italia Star cede lo 0,12%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 14 settembre:

OVS*

OVS raggiunge i massimi dell'autunno 2015 a 6,75 circa evidenziando una situazione di eccesso (ipercomprato) sul grafico degli oscillatori principali. Il titolo potrebbe dunque aver bisogno di reclutare energie fresche per scardinare questo ostacolo e rilanciare l'uptrend di lungo corso verso target a 7,15/7,20, lato alto del canale che sale dai minimi di inizio anno. Possibile debolezza invece nel caso di discese sotto 6,15, base del citato canale.
-Target: 6,75 euro
-Negazione: 6 euro
-RSI (14): neutrale

Saras

Saras sta consolidando sopra la media mobile a 100 giorni (a 2,06 circa) i progressi accumulati nell'ultimo mese e mezzo. La rottura dei 2 euro ha inviato un segnale di forza che potrebbe ricondurre velocemente i prezzi al test della linea che unisce i massimi estivi, in transito a 2,25 circa. Nella direzione opposta il ritorno sotto i 2 euro indebolirebbe la struttura rialzista di breve anticipando il ritorno sui supporti a 1,88.
-Target: 2,26 euro
-Negazione: 1,88 euro
-RSI (14): neutrale

Salini Impregilo

Salini Impregilo ha perso lo slancio che l'aveva ricondotta sopra i 3 euro, ma conserva intatti i presupposti per continuare a crescere. Servirà la rottura di area 3,25/3,27 per assistere a un miglioramento duraturo e rivedere non solo i massimi di maggio a 3,42 ma anche obiettivi a 3,66 circa per la ricopertura del gap del giugno 2016. Pericolose invece discese sotto i 3 euro.
-Target: 3,66 euro
-Negazione: 3 euro