Piazza Affari sotto il riferimento in attesa delle decisioni della Bce. L'indice Ftse Mib cede lo 0,56%, il Ftse Italia All Share lo 0,50% e il Ftse Italia Star lo 0,17%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 14 giugno:

Eurotech*

Ottime prospettive grafiche per Eurotech grazie al superamento del picco del 2014 a 2,66 euro. Il titolo ha completato un ampio doppio minimo con base a 1,05 circa disegnato tra il 2013 e il 2016 gettando le basi per un ampio recupero che potrebbe ricondurre i prezzi in area 3,30, top del 2009, e 4,60 circa, target della figura. Nel caso di flessioni sotto 2,27 euro, il movimento al rialzo perderebbe vigore solo sotto area 1,90.
-Target: 3,30 euro
-Negazione: 1,90 euro
-RSI (14): ipercomprato

ERG

ERG ha rallentato la corsa avviata a segno a inizio ottava a contatto con gli ostacoli a 19,50 circa. Indicazioni di forza giungerebbero oltre questo riferimento, per obiettivi sui massimi di maggio a 20,34. Target successivo a 21,10 circa. Solo il perentorio ritorno sotto 17,06 potrebbe negare tali attese anticipando cali fino a la sua ampiezza a 16,60.
-Target: 20,34 euro
-Negazione: 17,06 euro
-RSI (14): neutrale

*Sias *

Sias fatica a dare seguito alla reazione avviata da area 12,50, minacciando di estendere il ribasso partito a maggio sotto tali minimi. Il titolo dovrà tornare stabilmente oltre 14,70 per credere in una ripresa duratura. Indicazioni negative invece nel caso di violazione definitiva di area 12,30/12,50.
-Target: 14,70 euro
-Negazione: 13,50 euro
-RSI (14): neutrale

Dobank

Corre a Milano Dobank che si riaffaccia sui massimi di inizio mese a 10,50 circa. Se il titolo riuscisse a confermarsi in chiusura di ottava oltre questa soglia, neck line di un test e spalle rialzista disegnato dai minimi di fine maggio, si aprirebbero spazi per un recupero interessante verso almeno 12 euro. Target successivo a 12,90, massimi allineati di febbraio e aprile. Sotto 9,50 probabile affondo verso 8,85 euro.