Piazza Affari negativa ma in ripresa dai minimi di apertura. L'indice Ftse Mib cede lo 0,75%, il Ftse Italia All Share lo 0,68% e il Ftse Italia Star lo 0,54%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 19 giugno:

Reno De Medici*

Reno De Medici accelera oltre una resistenza determinante a 0,905, minimo di settembre 2001, superando la soglia psicologica di 1 euro. Una stabilizzazione oltre questo livello creerebbe le premesse per la realizzazione di un ulteriore rialzo verso 1,22 euro e fino ad area 1,50, picco di luglio 2002. Tali prospettive verrebbero invece rinviate nel caso di ritorno sotto 0,877.
-Target: 1,22 euro
-Negazione: 0,877 euro
-RSI (14): ipercomprato

Cnh Industrial

Cnh Industrial accelera al ribasso verso i minimi di aprile in area 9,35. Sotto questo livello la flessione assumerebbe connotati preoccupanti e verrebbe completato un ampio testa e spalle ribassista in formazione dai massimi della scorsa estate per target negativi a circa 6 euro. Reazioni dai livelli attuali dovranno spingersi in prima battuta oltre 10,30 euro poi oltre 11,20 per negare tali attese.
-Target: 11,20 euro
-Negazione: 9,35 euro
-RSI (14): neutrale

Banco BPM

Banco BPM preme contro una forte resistenza in area 2,45/2,50, in attesa di spunti per sferrare l'attacco risolutivo e rilanciare la reazione partita a fine maggio per obiettivi a 2,75/2,80, media mobile a 50 giorni ed ex supporto definito dai minimi allineati di febbraio e aprile. Nuovi segnali di pericolo invece sotto 2,21 per 2,0425 ed eventualmente più in basso a 1,7560, record negativo del 2016.
-Target: 2,75 euro
-Negazione: 2,21 euro
-RSI (14): neutrale

*Prysmian *

Prysmian riduce le perdite dopo l'affondo che ha permesso la ricopertura del gap rialzista del 1° giugno con base a 23,94. Il titolo dovrà reagire con forza alle recenti vendite e rompere con decisione area 25,80. Probabile in tal caso un nuovo test dei massimi di maggio a 26,96 euro. Pericolose invece discese sotto il minimo di maggio a 23,14 euro.