Piazza Affari negativa in scia ai ribassi delle borse asiatiche e americane. Sotto pressione lo spread in vista del nuovo parere sulla manovra italiana che la Commissione europea rilascerà domani. L'indice Ftse Mib cede lo 0,78%, il Ftse Italia All Share lo 0,88% mentre il Ftse Italia Star perde l'1,65%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 19 novembre:

Enel *

Enel si lascia alle spalle la media a 100 sedute in area 4,54, riaffacciandosi sulla resistenza a 4,66, massimi di settembre. Il superamento di questo ostacolo darebbe vigore al rimbalzo proiettando target a 4,85/4,90 euro. Sotto 4,50 invece si assisterebbe a un nuovo indebolimento verso 4,20. Supporto successivo a 3,95 euro.

-Target: 4,90 euro
-Negazione: 4,20 euro
-RSI (14): neutrale

A2a

A2A resta in vista di ostacoli di rilievo a 1,55 circa. La rottura in questo punto della trend line che scende dai top di aprile permetterebbe al titolo di estendere il recupero in direzione dei massimi estivi posizionati poco sotto quota 1,62 euro. Nella direzione opposta, invece, sotto 1,43/1,44 aumenterebbe il rischio di assistere a un nuovo indebolimento del quadro grafico per target negativi sul minimo di fine ottobre a 1,3660, circostanza che farebbe temere il completamento del potenziale testa e spalle ribassista in formazione da marzo.
-Target: 1,52 euro
-Negazione: 1,423 euro
-RSI (14): neutrale

Geox

Tenta un rimbalzo Geox dopo l'affondo su nuovi minimi storici a 1,195 euro. Il titolo dovrà risalire oltre quota 1,60 per neutralizzare i segnali negativi e ambire al ritorno sopra 1,80. Diversamente il quadro grafico resterà pericolosamente orientato al ribasso.
-Target: 1,80 euro
-Negazione: 1,195 euro