Il Gruppo Monte Paschi di Siena ("BMPS") ha completato il processo di cartolarizzazione per la cessione di un portafoglio di Euro 24,1 miliardi di sofferenze ed ottenuto il rating investment grade per la tranche senior. Tale operazione evidenzia il progressivo raggiungimento degli obiettivi del Piano di Ristrutturazione di BMPS annunciato il 5 luglio 2017; il processo di cessione delle sofferenze procede infatti in linea con le tempistiche previste. Il veicolo di cartolarizzazione ex legge 130/99, che ha acquistato il portafoglio crediti in sofferenza di BMPS, ha emesso i seguenti titoli ( ABS – Asset-Backed Securities ):
• Titoli senior pari a Euro 2.918 milioni, a cui è stato attribuito un rating A3/BBB+/BBB rispettivamente da parte di Moody's Investors Service, Scope Ratings GmbH e DBRS Ratings Limited. I titoli, che saranno assistiti da GACS, verranno inizialmente detenuti da BMPS, che successivamente ne valuterà la cessione di una quota sul mercato. Il tranching delle note senior "Investment Grade" è superiore alle attese del Piano di Ristrutturazione, che prevedeva una classe di titoli "Non Investment Grade" pari a circa euro 500 milioni, che non saranno quindi emessi.
• Titoli mezzanine pari a Euro 847,6 milioni, non dotati di rating e già ceduti in data 22 dicembre 2017 al fondo Italian Recovery Fund gestito da Quaestio Capital SGR.
• Titoli junior pari a circa Euro 565 milioni, non dotati di rating, che verranno ceduti a Italian Recovery Fund gestito da Quaestio Capital SGR una volta ottenute le garanzie GACS sui titoli senior. L'ottenimento delle garanzie GACS sui titoli senior è previsto nelle prossime settimane, mentre il deconsolidamento del portafoglio di sofferenze è previsto entro il 30 giugno 2018, dopo la cessione dei titoli junior a Italian Recovery Fund gestito da Quaestio Capital SGR. Gli impatti economici della cartolarizzazione sono stati integralmente recepiti all'interno della relazione semestrale al 30 giugno 2017. I titoli senior avranno un coupon pari a 3ME + 1,5%, incorporando nella struttura il premio dovuto al MEF per la garanzia concessa sui titoli stessi. L'operazione è stata strutturata dal team di MPS Capital Services, Deutsche Bank, Mediobanca Banca di Credito Finanziario e JP Morgan in qualità di Lead Arranger e dal team HSBC e Crédit Suisse in qualità di co-Arrangers. MPS Capital Services, Deutsche Bank, Mediobanca Banca di Credito Finanziario, JP Morgan, HSBC e Crédit Suisse agiranno in qualità di Placement Agent. BMPS ha nominato come Master Servicer del portafoglio cartolarizzato Credito Fondiario mentre come Special Servicer del portafoglio cartolarizzato Cerved/Juliet, Italfondiario, Prelios e Credito Fondiario stesso, con il ruolo di recuperare i crediti durante l'intera vita dell'operazione. I testi dei comunicati stampa sul rating attribuito da DBRS Ratings Limited, Moody's Investors Service e Scope Ratings GmbH sono disponibili sui siti delle agenzie.