Piazza Affari in progresso: bene bancari, Enel e Atlantia. FTSE MIB +0,69%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street incerta: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,1%, Nasdaq Composite -0,1%, Dow Jones Industrial +0,3%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,69%, il FTSE Italia All-Share a +0,60%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,01%, il FTSE Italia STAR a +0,21%.

*Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA Markit Economics ha comunicato la stima flash *relativa all'Indice IHS PMI Manifatturiero di settembre. L'indice è salito a 55,6 punti dai 54,7 punti della lettura di agosto confermando una forte crescita del settore, ai livelli massimi degli ultimi 4 mesi. Le attese erano per un indice pari a 55 punti. Rallenta invece la crescita dei servizi con l'Indice IHS PMI Servizi a 52,9 punti da 54,8 punti di agosto. L'indice Composito scende sul livello più basso da aprile 2017 a 53,4 punti da 54,7 di agosto. Dalla lettura dei dati preliminari PMI pubblicati da Markit, l'attività dell'eurozona di settembre ha indicato il secondo più debole tasso di crescita dalla fine del 2016. Per la prima volta in cinque anni, l'espansione del settore manifatturiero si è mostrata contenuta a causa della stagnazione degli ordini esteri. Secondo la stima flash, basata su circa l'85% delle consuete risposte, l'Indice IHS Markit PMI Composito dell'Eurozona di settembre è sceso a 54,2 da 54,5 di agosto. In Francia L'Insee ha reso noto che il dato finale del Pil relativo al secondo trimestre 2018 e' cresciuto dello 0,2% su base trimestrale, risultando pari alle stime preliminari e alla lettura del primo trimestre. Su base annua il Pil è cresciuto dell'1,7%.