Piazza Affari peggiore in Europa. Spread in calo. FTSE MIB -0,97%.

Mercati azionari europei negativi. Wall Street in leggera flessione: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,1%, NASDAQ Composite -0,0%, Dow Jones Industrial -0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,97%, il FTSE Italia All-Share a -0,93%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,70%, il FTSE Italia STAR a -0,75%. Mercati azionari incerti: gli investitori attendono l'appuntamento di mercoledì con la riunione del FOMC e la conferenza stampa di Powell (presidente Fed). Passa il tempo ma sul fronte delle trattative USA-Cina non si intravedono ancora indicazioni concrete: venerdì scorso Pechino sembrava intenzionata a eliminare i dazi sulle importazioni di alcuni prodotti alimentari americani (semi di soia e suini), una mossa che potrebbe facilitare il raggiungimento dell'accordo "fase uno". A inizio ottava il viceministro per il commercio Ren Hongbin ha dichiarato che la Cina si augura di raggiungere un accordo commerciale con gli USA soddisfacente per entrambe le parti quanto prima possibile. Domenica prossima 15 dicembre scatterà una nuova serie di dazi americani su quasi 160 miliardi di dollari di importazioni di prodotti cinesi. A novembre le esportazioni dalla Cina verso gli USA sono crollate del 23% annuo, in netto peggioramento rispetto alla precedente contrazione del'11,3% e nel dodicesimo mese consecutivo di declino.

BTP e spread positivi. Il rendimento del decennale segna 1,38% (chiusura precedente a 1,43%), lo spread sul Bund segna 169 bp (da 172) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che l'indice Sentix, che misura la fiducia degli investitori nel mese corrente, è salito a 0,7 punti da -4,5 punti precedenti, con il valore atteso per i prossimi sei mesi che raggiunge quota +2,5 punti da -3,5 precedenti. In Germania il surplus della bilancia commerciale a ottobre 2019 e si e' attestato a 21,5 miliardi di euro da 18,7 miliardi di ottobre 2018. In termini destagionalizzati, il saldo della bilancia commerciale estera è in avanzo di 20,6 miliardi di euro dai 19,2 mld rilevati a settembre. L'Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha inoltre riportato che le esportazioni sono cresciute dell'1,9% rispetto a un anno fa mentre le importazioni sono diminuite dello 0,6% nello stesso periodo. Rispetto a settembre le esportazioni sono aumentate dell'1,2% mentre le importazioni sono rimaste invariate.