Salini Impregilo (+0,25%) ha perso lo slancio che l'aveva ricondotta sopra i 3 euro, ma conserva intatti i presupposti per continuare a crescere. Servirà la rottura di area 3,25/3,27 per assistere a un miglioramento duraturo e rivedere non solo i massimi di maggio a 3,42 ma anche obiettivi a 3,66 circa per la ricopertura del gap del giugno 2016. Pericolose invece discese sotto i 3 euro.

(CC - www.ftaonline.com)