Unieuro (+1,68%) fatica ad allontanarsi dai supporti in area 10,20, riavvicinati la scorsa ottava. La tenuta di questo riferimento dovrà comunque essere seguito in tempi brevi dalla rottura degli ostacoli a 11,60 circa, massimi di settembre, per dare spessore tecnico al rimbalzo. Target in questo caso a 12,43 e 13,20 circa. La perdita definitiva del sostegno offerto a 10,90 circa dalla media mobile a 50 giorni farebbe invece temere la violazione dei minimi assoluti a 10,16 euro.

(CC - www.ftaonline.com)