Dow Jones

RSS

L’indice Dow Jones, Dow Jones Industrial Average Index, è tra i panieri di titoli più conosciuti del New York Stock Exchange, la Borsa di New York. Esso viene calcolato facendo riferimento ai 30 maggiori titoli quotati sulla piazza di Wall Street, non riferendosi dunque ai livelli di capitalizzazione.

L’origine dell’indice Dow Jones

L’origine del Dow Jones muove dagli Stati Uniti, quando venne creato un indice allo scopo di valutare e quantificare il ritmo di crescita dell’economia Statunitense. Il suo inventore, Charles Dow, era ed è considerato il padre dello studio sull’andamento dei prezzi dei titoli quotati.
Charles Dow nacque a Sterling il 6 novembre 1851 e morì a Brooklyn il 4 dicembre 1902. Noto giornalista statunitense, Charles sviluppò le Teorie di Dow, fondamentali per lo sviluppo moderno dell’analisi tecnica e, l’8 luglio 1889, fondò il celebre Wall Street Journal.

Il calcolo dell'indice

L’indice Dow Jones basa il proprio calcolo limitatamente a soli 30 titoli del listino newyorkese, appartenenti ad ogni settore della piazza. La scelta di un numero così ristretto (all’epoca della formazione) muoveva dalla necessità di voler includere le sole Blue Chip del mercato che meglio potessero rappresentare quanto “tirasse” l’economia.
Col passare del tempo lo scenario americano finanziario è però divenuto così consistente da rendere poco attendibile il quadro delineato dal Dow Jones, passato a rappresentare unicamente l’andamento delle migliori e più apprezzate società americane quotate.

Sull’indice Dow Jones è possibile effettuare posizionamenti tramite strumenti Futures di replica del sottostante: questi ultimi, a differenza di molti Financial Futures statunitensi, sono contrattati sul CBOT, il Chicago Board Of Trade.

Il calcolo del Dow Jones Industrial Average è effettuato dividendo la somma dei prezzi dei 30 titoli per un divisore apposito, che tiene conto dei cambi delle società di riferimento per quanto riguarda
composizione delle azioni, aumenti di capitale, fusioni e operazioni di finanza straordinaria in generale. Attualmente il divisore ha raggiunto valore inferiore ad 1, ovverosia, con un valore attribuito all’indice superiore rispetto alla media dei componenti.

La composizione del Dow Jones

Sebbene la dinamicità dell’indice porti le componenti (appartenenti ai diversi settori) a mutare a seconda delle condizioni di mercato (e al variare delle analisi pubblicate sul Wall Street Journal), tra i titoli storici inclusi nell’indice vi sono General Electric (1907), ExxonMobil (1928) e Procter & Gamble (1932); dal canto opposto, tra gli ultimi arrivati si annoverano Goldman Sachs, Nike e Visa, entrati nel 2013.
Tra i nomi storici, infine, spiccano McDonald’s (1985), Coca Cola (1987), Walt Disney (1991) e Microsoft (1999).

Per maggiori informazioni: DOW JONES



Piazza Affari ottava molto impegnativa, tanti temi da monitorare

Le trimestrali a Wall Street dopo il flop Apple. Titoli petroliferi in focus dopo le decisioni di Trump. Italia-Ue sulla manovra, le dichiarazioni del Ministro Di Maio al Financial Times. Crisi di governo improbabile nel breve termine.

Piazza Affari ottava molto impegnativa, tanti temi da monitorare

Wall Street, stop al rally per un giorno: Cupertino batte Trump

Dow Jones, azioni Apple al weekend in forte calo dopo buona trimestrale ma previsioni deboli per il Natale. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street, ed una selezione di trimestrali per la prossima ottava.

Wall Street, stop al rally per un giorno: Cupertino batte Trump

Wall Street: azioni Apple, i broker saltano tutti dalla sedia

Outlook Apple debole per il periodo natalizio. Capitalizzazione società di Cupertino scende sotto il trilione di dollari. Morgan Stanley e BMO Capital Markets, aggiornamento rating e target price. C'è inoltre sconcerto sulla decisione legata ai dati sulle vendite, ecco perché.

Wall Street: azioni Apple, i broker saltano tutti dalla sedia

Borse di nuovo in modalità Risk-On: rally di Natale a due cifre?

Un messaggio di Trump su Twitter rafforza il ritorno della fiducia sulle Borse mondiali dopo la pessima performance di ottobre.

Borse di nuovo in modalità Risk-On: rally di Natale a due cifre?

Piazza Affari sempre più in alto, vincono i miti consigli

Piazza Affari con un occhio a Wall Street dopo i conti di Apple. Intervento del Quirinale per un dialogo costruttivo con l'Europa. Procedura di infrazione già decisa?

Piazza Affari sempre più in alto, vincono i miti consigli

Wall Street avviso ai naviganti, il bull market è pluridecennale

Rally Wall Street di lungo periodo ... fino al 2035! Novembre 2018, previsioni positive sull'azionario tra corsi e ricorsi storici, parola di Tom Lee, market strategist di Fundstrat Global Advisors.

Wall Street avviso ai naviganti, il bull market è pluridecennale

Wall Street come fiume in piena, Apple attesa da tutti al varco

Dow Jones, bene Apple aspettando i conti. Azioni DowDuPont in rally, società lancia nuovo programma buyback. Nyse, The Allstate Corporation in rosso dopo trimestrale a due velocità. I titoli, i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street, ed i numeri sulla trimestrale di Apple.

Wall Street come fiume in piena, Apple attesa da tutti al varco

Piazza Affari rafforza la linea di trincea, positivi per forza

Allarme Banca d'Italia sullo spread. Reddito di cittadinanza e quota 100 con disegno di legge collegato alla manovra. Piazza Affari a novembre dopo caduta FTSE MIB da 1.800 punti indice.

Piazza Affari rafforza la linea di trincea, positivi per forza

Wall Street: FAANG alla riscossa, ma sono oro per short-sellers

FAANG alla riscossa grazie alla trimestrale di Facebook. FAANG oro per short-sellers, ecco perché, a partire da Netflix e passando per Facebook, Amazon e Alphabet. Discorso a parte, invece, per la società Cupertino Apple.

Wall Street: FAANG alla riscossa, ma sono oro per short-sellers

Wall Street: rally a mitraglia, si torna a fare la voce grossa

Dow Jones, Goldman Sachs sugli scudi. Nasdaq, Facebook in luce verde dopo i conti Q3 2018. Le trimestrali del 31 ottobre e 1 novembre 2018. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street e le trimestrali del 31 ottobre e 1 novembre 2018.

Wall Street: rally a mitraglia, si torna a fare la voce grossa

Piazza Affari: FTSE MIB sopra i 20000, si può fare con giudizio

Economia italiana, motori PIL spenti nel terzo trimestre 2018. Governo giallo-verde, C'è Posta per Te. Legge di Stabilità 2019 tra procedura di infrazione e soluzione di compromesso. Wall Street, fine delle montagne russe?

Piazza Affari: FTSE MIB sopra i 20000, si può fare con giudizio

Wall Street, Trump: un giorno da trader, scatenato su Twitter

Trump, 'Se vuoi che i tuoi titoli scendano, ti consiglio caldamente di votare Democratico'. Presidente USA prende atto della 'pausa' di Wall Street. Ma twitta le dichiarazioni di Scott Wren sulla Fed, un'altra stoccata a Jerome Powell.

Wall Street, Trump: un giorno da trader, scatenato su Twitter

Wall Street pompa nelle casse, suona il rock con utili societari

Dow Jones, Intel sugli scudi. Nyse, azioni Mastercard in rosso dopo i conti. Titoli General Electric in caduta libera, utili Q3 2018 deludenti e taglio dividendo. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street pompa nelle casse, suona il rock con utili societari

Piazza Affari: buone e cattive notizie, fase da roulette russa

Piano anti-spread, la Lega è favorevole. Attenzione a Wall Street, volatilità da paura! Economia a stelle e strisce, la Fed porterà gli USA alla recessione? Quella di Jerome Powell è forse una politica monetaria kamikaze?

Piazza Affari: buone e cattive notizie, fase da roulette russa

Wall Street volatilità choc: trimestrali sposta indici in arrivo

Dow Jones, Verizon in controtendenza grazie a Morgan Stanley. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street, sempre più sulle montagne russe, e le trimestrali di lunedì e martedì, 29-30 ottobre 2018.

Wall Street volatilità choc: trimestrali sposta indici in arrivo

Wall Street bond e azioni, facciamo i conti in tasca al mercato

Azionario ed obbligazionario globale, +15 trilioni di dollari dal 2017. Sell-off sui mercati ed impatto sull'economia reale. Prospettive tassi USA, per ora restano invariate.

Wall Street bond e azioni, facciamo i conti in tasca al mercato
apk