Fed

RSS

Federal Reserve (System), la Banca Centrale degli Stati Uniti

La Federal Reserve System, meglio nota come FED o Federale Riserve, è la Banca Centrale degli Stati Uniti d'America.

La Fed venne istituita il 23 dicembre del 1913 da parte del Congresso degli Stati Uniti, a seguito dell'approvazione del Federal Reserve Act, ed iniziò ad essere operativa l'anno successivo.

Le origini

A seguito della crisi finanziaria che colpì il paese nel 1907, venne creata la National Monetary Commission, che aveva il compito di studiare ed analizzare il processo del sistema monetario ed economico finanziario, comprese le dinamiche delle principali banche dell'epoca, per prevenire e limitare la possibilità di nuove crisi.

Dopo tre anni di indagini da parte della National Monetary Commission, venne proposto ed in seguito approvato il Federal Reserve Act.

La composizione della Federal Reserve System

La Federal Reserve System è l'agenzia governativa centrale, con sede operativa situata a Washington D.C.

Il Board of Governor (Comitato dei Governatori) of the Federal Reserve System è oggi composto da:

  • sette governatori, i quali vengono eletti direttamente dal Presidente degli Stati Uniti;

  • dodici Federal Reserve Bank regionali, che dispongono ognuna del proprio consiglio di amministrazione (composto da nove persone)

  • istituti bancari privati, i quali hanno l'obbligo di sottoscrivere le azioni non trasferibili appartenenti alle Reserve Bank, delle regioni in cui operano.

  • Advisory Councils.

Il Board of Governor della FED ed il gruppo delle 12 Reserve bank svolgono anche la funzione di controllo nei confronti degli intermediari finanziari e della loro attività; vigilano inoltre l'offerta di servizi bancari alle istituzioni creditizie e al Governo.

Le Federal Reserve Bank regionali sono suddivise in 12 distretti: San Francisco, Boston, New York, Philadelphia, Dallas, Minneapolis, St. Louis, Kansan City, Richmond, Cleveland, Atlanta e Chicago.

Il braccio decisionale della FED: il FOMC, Federal Open Market Committee

Il Federal Open Market Committee, detto FOMC è il comitato federale del mercato aperto, tra i principali e più influenti componenti del Federal Reserve System.
L'organismo, definito come il "braccio operativo" della FED, è composto dal Presidente della Federal Reserve Bank, da 7 governatori che compongono il Board of Governors e da 4 presidenti (delle Federal Reserve Bank regionali), nominati a rotazione.

Il Federal Open Market Committee, ha il compito di regolare la politica monetaria, sorvegliare le operazioni di mercato aperto degli States ed è, di conseguenza, munito del potere decisionale nella determinazione del tasso d'interesse (federal funds rate).

Le funzioni della FED

La FED ha il compito di controllare e regolare gli istituti bancari con il mero scopo di garantire la stabilità del sistema bancario nazionale e contenere i possibili rischi dovuti ai mercati finanziari. La FED determina la politica monetaria del paese, gestisce l'andamento dei tassi d'interesse del dollaro e svolge la funzione del servizio di tesoreria.

Ben Shalom Bernanke, alla guida della FED

L'attuale Presidente in carica del primo istituto americano (e del Comitato dei Governatori) è la democratica Janet Louise Yellen (economista nata a Brooklyn il 13 agosto 1946) eletta dal democratico alla Casa Bianca Barack Hussein Obama, seguita all'economista statunitense Ben Shalom Bernanke (nato ad Augusta nel 1953).
Nell'ottobre del 2005, l'allora Presidente in carica degli Stati Uniti George W. Bush nominò Ben Shalom Bernanke Presidente della FED, che successe al suo predecessore Alan Greenspan (in carica per 5 mandati di seguito).

Il comitato dei Governatori è attualmente composto da: Janet Louise Yellen (Presidente), Stanley Fischer (Vice-Presidente), Daniel Tarullo, Jerome H. Powell, Lael Brainard.

Per maggiori informazioni: FED



Wall Street in allarme rosso: vacilla su dazi, strette monetarie

Nyse, Best Buy in denaro dopo i conti. Titoli dell'acciaio sugli scudi, Trump prepara pesanti dazi. Nasdaq, Netflix sigla alleanza europea con Sky. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street in allarme rosso: vacilla su dazi, strette monetarie

Il mercato europeo potrebbe essere il canarino nella miniera

Per Oppenheimer se il mercato Usa, pur in rallentamento, è previsto sulla strada di un recupero post-correzione, quello europeo è descritto come “il canarino nella miniera”.

Il mercato europeo potrebbe essere il canarino nella miniera

Wall Street confusa e infelice, abbassa la cresta con Powell

Dow Jones, Boeing : nuova commessa dalla Casa Bianca? Nasdaq, Comcast lancia offerta per acquisire Sky Plc. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street, e le trimestrali di mercoledì 28 febbraio del 2018.

Wall Street confusa e infelice, abbassa la cresta con Powell

Un possibile segnale di pericolo si delinea all'orizzonte

Un brutto segnale quello che si sta delineando all'orizzonte: guardando a ritroso nella storia, infatti, ogni volta che le azioni di un settore hanno rappresentato più del 20% di un indice, si è verificata una crisi del mercato.

Un possibile segnale di pericolo si delinea all'orizzonte

BofA: politiche monetarie divergenti. 4 rialzi Fed nel 2018

I mercati sono stati recentemente spaventati dalla prospettiva di un rialzo dei tassi Usa più veloce del previsto in seguito ad una crescita economica più forte di quanto preventivato. Un'ulteriore conferma arriva anche dalle minute della Fed.

BofA: politiche monetarie divergenti. 4 rialzi Fed nel 2018

Wall Street azzoppata dalla Fed, non trova più la bussola

Dow Jones, rosso fisso su Walmart. Nyse, Advance Auto Parts sugli scudi. Devon Energy crolla dopo utili Q4 2017 inferiori alle attese. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street azzoppata dalla Fed, non trova più la bussola

Wall Street in ripresa dopo stop di ieri. Attesa per minute FOMC

Tornano gli acquisti sulla piazza azionaria Usa in attesa di alcuni dati macro che saranno diffusi a mercati aperti. Diversi i titoli da seguire.

Wall Street in ripresa dopo stop di ieri. Attesa per minute FOMC

Il dollaro è dominato da due spinte diametralmente opposte

Il dollaro in queste ore ha registrato un lieve recupero sull'euro, ma gli analisti restano comunque scettici sulla tenuta nel lungo periodo. Ecco la view di Vincenzo Longo, Market Strategist di IG.

Il dollaro è dominato da due spinte diametralmente opposte

Citi: non un vero mercato orso, ma tante piccole correzioni

Esplorando gli attuali temi di mercato, non sembra che all'orizzonte si stia delineando un vero e proprio "mercato orso" ma solo una serie di tante, piccole correzioni.

Citi: non un vero mercato orso, ma tante piccole correzioni

Mercati in ordine sparso con un occhio all'Eurogruppo

La settimana parte con i mercati del Vecchio Continente che si presentano in ordine sparso, dopo un avvio caratterizzato da un cauto ottimismo.

Mercati in ordine sparso con un occhio all'Eurogruppo

EUR/USD scende a 1,24 e Piazza Affari supera i 22.700 punti

Il dollaro continua a indebolirsi sull'euro con la moneta unica che tocca i livelli di 1,25. Ma il comportamento del dollaro sembra essere un punto interrogativo.

EUR/USD scende a 1,24 e Piazza Affari supera i 22.700 punti

I mercati seguono la logica di Buffett. E comprano

Il calo avvertito nei giorni scorsi sui mercati è stato ampiamente assorbito soprattutto da Wall Street che continua a correre.

I mercati seguono la logica di Buffett. E comprano

BOfA: i gestori non si fidano del mercato. E lasciano l'Europa

Dal nuovo report mensile di Bank Of America emergono preoccupazioni tra i gestori, che scelgono il cash nel timore di ulteriori pullback.

BOfA: i gestori non si fidano del mercato. E lasciano l'Europa

Inflazione Usa: mercati in altalena, compresa Wall Street

Non solo il costo della vita, a far spaventare è anche il dato sulle vendite al dettaglio. Inaspettatamente in calo.

Inflazione Usa: mercati in altalena, compresa Wall Street

Usa: i possibili rischi di un (eventuale) rialzo dei tassi

In Europa i mercati girano in positivo aiutati anche dai dati del Pil del quarto trimestre 2017 ma dall'altra parte dell'oceano la situazione è più complessa.

Usa: i possibili rischi di un (eventuale) rialzo dei tassi

EUR/USD di nuovo su: scenari attesi con focus su inflazione Usa

Dai minimi di venerdì scorso il cross euro-dollaro sembra aver invertito la rotta, ma l'ago della bilancia sarà ora il dato sulla dinamica dei prezzi al consumo in America. Puntare sulla moneta unica o sulla divisa Usa ora?

EUR/USD di nuovo su: scenari attesi con focus su inflazione Usa
apk