S&P 500

RSS

S&P 500, il paniere azionario statunitense ad alta capitalizzazione

L’indice S&P 500, forma contratta di Standard & Poor’s 500, è un paniere azionario statunitense, che include al suo interno le 500 maggiori società per capitalizzazione attive sulla piazza (e quotate sui listini del New York Stock Exchange - NYSE, dell’American Stock Echange - Amex e del NASDAQ). Grazie al metodo di calcolo ponderato (per capitalizzazione di mercato) e all’inclusione ciclica di nuovi settori ed attività, l’indice è stato definito dal National Bureau of Economic Research come il migliore indicatore dell’economia statunitense nel suo insieme.

Le origini dello S&P 500

L’idea dell’S&P 500 nasce nel 1923, ma solo il 4 marzo del 1957 l’indice diviene operativo. Nel settembre del 1962 Standard & Poor’s stringe accordi con Ultronic Systems Corp.; da allora iniziano ad essere calcolati l’indice S&P 500 Stock Composite, il 425 Stock Industrial Index, the 50 Stock Utility Index e il 25 Stock Rail Index.
Nell’agosto dell’82, lo S&P 500 giunge a toccare quota 102,42; arriverò poi ad un massimo relativo nel marzo del 2000, raggiungendo quota 1552,87, nel periodo della bolla del dot.com. Quest’ultima porterà l’indice a perdere circa il 50% nell’ottobre del 2002 (a 768,63 dollari).

Sempre nel 1982 venne introdotto il future sull’S&P 500, contrattato sul CME (Chicago Mercantile Exchange), strumento utilizzato per lo più dai gestori di fondi per replicare l’andamento del benchmark e per coprirsi dai rischi del mercato USA.

La crisi 2007-2008 e i massimi di periodo

Il paniere delle migliori 500 società maggiormente capitalizzate del mercato USA ha risentito delle dinamiche degli anni 2007-2008, in cui lo scoppio della crisi dei mutui sub prime ed il fallimento di Lehman Brothers hanno abbattute ogni tipologia di asset e quotazione sul mercato.
Dal marzo 2009 (con l’inizio del primo Quantitative Easing) e l’uscita dal periodo di recessione per gli Stati Uniti, l’S&P 500 è passato dal quotare 683 dollari, ai 1818 del dicembre 2013, in rialzo del 166%.
Il 23 maggio l’indice chiude per la prima volta al di sopra dei 1900 dollari.

Composizione e performance recenti

Nell’elenco dei 500 maggiori titoli per capitalizzazione inclusi nell’S&P 500 (la cui composizione varia periodicamente, rispecchiando l’andamento di mercato), sono da notare i più recenti ingressi di alcuni colossi della piazza finanziaria. Tra questi, BlackRock (aprile 2011), Chipotle (aprile 2011), Tripadvisor (dicembre 2011), Fossil Inc. (aprile 2012), Garmin (dicembre 2012), General Motors (giugno 2013), Delta Airlines (settembre 2013), Facebook (dicembre 2013), Google (aprile 2014).

Sugli ultimi 20 anni, il total return dell’indice ha registrato i risultati peggiori nel 2001 (-11,89%), nel 2002 (-22,10%) e nel 2008 (-37%).
Le migliori performance sono state invece quelle del 1995 (+37,58%), del 1997 (+33,36%), del 1998 (+28,58%), del 2003 (+28,68%), del 2009 (+26,46%) e del 2013, quando l’indice ha totalizzato un rialzo del 32,39%.

Tra i migliori ETFs a disposizione sul mercato vi sono: iShares Core S&P 500 (IVV), SPDR S&P 500 (SPY) e Vanguard S&P 500 (VOO).

Per maggiori informazioni: S&P 500



Dax future: livelli chiave per settimana

Chiusura di settimana contrassegnata dal consolidamento dei massimi di periodo per il Dax future, che riduce con calma e progressività la distanza dai massimi pre-crisi di inizio novembre, a 11.640 punti: oltre gli obiettivi si faranno decisamente ambiziosi date le condizioni attuali.

Dax future: livelli chiave per settimana







Jefferies: prepararsi a una correzione del mercato del 5-10%

Per il broker, dopo il forte rally azionario dei primi due mesi dell'anno sarebbe "benvenuta" una salutare correzione che riporti giù le valutazioni.

Jefferies: prepararsi a una correzione del mercato del 5-10%

Mediaset-Facebook 1 a 0, un cartoon cambierà la storia?

Il social network perde causa sul cartoon Kilari. Mark Zuckerberg nella morsa tra libertà su Internet e rispetto della Legge. Mediaset-Facebook 1 a 0, una vittoria per tutti i colossi dell'editoria?

Mediaset-Facebook 1 a 0, un cartoon cambierà la storia?

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni corte sotto 1,1370 con target a 1,1325 e 1,1295 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Piazza Affari: target ambiziosi entro la primavera. I titoli hot

Il Ftse Mib sta vivendo un momento particolarmente positivo e il quadro rialzista manterrà la sua validità fino alla tenuta di un livello chiave. L'analisi e le strategie di Gabriele Cortigiani.

Piazza Affari: target ambiziosi entro la primavera. I titoli hot

Wall Street, 7 Titoli super favoriti con la USA Space Force

USA Space Force, sarà il sesto ramo della Difesa americana? 7 Titoli super favoriti con il piano spaziale di Trump. Effetti positivi a cascata sul settore tecnologico, ecco come.

Wall Street, 7 Titoli super favoriti con la USA Space Force

Wall Street in fotocopia, Garmin tutta in rally col GPS

Nyse: Southwest Airlines, shutdown ha messo i ricavi sotto pressione. Azioni CVS Health Corporation in forte calo. Nasdaq, azioni Garmin in orbita. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street in fotocopia, Garmin tutta in rally col GPS

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni lunghe sopra 1,1330 con target a 1,1370 e 1,1400 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Wall Street a velocità di crociera, Walmart oltre lo steccato

Dow Jones, Walmart in denaro dopo i conti. Nyse, azioni Freeport-McMoRan sugli scudi. Nasdaq, bene Amazon e Netflix. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street a velocità di crociera, Walmart oltre lo steccato

Wall Street, 3 azioni settore Telecom da prendere subito al volo

Shopping su industriali e materiali di base nelle prime sei settimane del 2019. Azioni telecom USA sono a buon mercato? AT&T, Verizon e CenturyLink: ecco perché valgono un BUY.

Wall Street, 3 azioni settore Telecom da prendere subito al volo

Wall Street, nuovi Buy sul Dow Jones: Walmart superstar

Il gigante e-commerce in vetta alle blue chips USA coi conti e l'aumento del dividendo. Buy anche su MCD, Pepsi, bocciati Ulta Beauty, iRobot.

Wall Street, nuovi Buy sul Dow Jones: Walmart superstar

Wall Street: mantenere le posizioni long. I titoli ben impostati

La view sui tre indici Usa resta positiva e le attese sono per ulteriori rialzi nel breve, a patto che siano difesi dei supporti chiave. L'analisi e le strategie di Alessandro Cocco.

Wall Street: mantenere le posizioni long. I titoli ben impostati
apk