S&P 500

S&P 500, il paniere azionario statunitense ad alta capitalizzazione

L’indice S&P 500, forma contratta di Standard & Poor’s 500, è un paniere azionario statunitense, che include al suo interno le 500 maggiori società per capitalizzazione attive sulla piazza (e quotate sui listini del New York Stock Exchange - NYSE, dell’American Stock Echange - Amex e del NASDAQ). Grazie al metodo di calcolo ponderato (per capitalizzazione di mercato) e all’inclusione ciclica di nuovi settori ed attività, l’indice è stato definito dal National Bureau of Economic Research come il migliore indicatore dell’economia statunitense nel suo insieme.

Le origini dello S&P 500

L’idea dell’S&P 500 nasce nel 1923, ma solo il 4 marzo del 1957 l’indice diviene operativo. Nel settembre del 1962 Standard & Poor’s stringe accordi con Ultronic Systems Corp.; da allora iniziano ad essere calcolati l’indice S&P 500 Stock Composite, il 425 Stock Industrial Index, the 50 Stock Utility Index e il 25 Stock Rail Index.
Nell’agosto dell’82, lo S&P 500 giunge a toccare quota 102,42; arriverò poi ad un massimo relativo nel marzo del 2000, raggiungendo quota 1552,87, nel periodo della bolla del dot.com. Quest’ultima porterà l’indice a perdere circa il 50% nell’ottobre del 2002 (a 768,63 dollari).

Sempre nel 1982 venne introdotto il future sull’S&P 500, contrattato sul CME (Chicago Mercantile Exchange), strumento utilizzato per lo più dai gestori di fondi per replicare l’andamento del benchmark e per coprirsi dai rischi del mercato USA.

La crisi 2007-2008 e i massimi di periodo

Il paniere delle migliori 500 società maggiormente capitalizzate del mercato USA ha risentito delle dinamiche degli anni 2007-2008, in cui lo scoppio della crisi dei mutui sub prime ed il fallimento di Lehman Brothers hanno abbattute ogni tipologia di asset e quotazione sul mercato.
Dal marzo 2009 (con l’inizio del primo Quantitative Easing) e l’uscita dal periodo di recessione per gli Stati Uniti, l’S&P 500 è passato dal quotare 683 dollari, ai 1818 del dicembre 2013, in rialzo del 166%.
Il 23 maggio l’indice chiude per la prima volta al di sopra dei 1900 dollari.

Composizione e performance recenti

Nell’elenco dei 500 maggiori titoli per capitalizzazione inclusi nell’S&P 500 (la cui composizione varia periodicamente, rispecchiando l’andamento di mercato), sono da notare i più recenti ingressi di alcuni colossi della piazza finanziaria. Tra questi, BlackRock (aprile 2011), Chipotle (aprile 2011), Tripadvisor (dicembre 2011), Fossil Inc. (aprile 2012), Garmin (dicembre 2012), General Motors (giugno 2013), Delta Airlines (settembre 2013), Facebook (dicembre 2013), Google (aprile 2014).

Sugli ultimi 20 anni, il total return dell’indice ha registrato i risultati peggiori nel 2001 (-11,89%), nel 2002 (-22,10%) e nel 2008 (-37%).
Le migliori performance sono state invece quelle del 1995 (+37,58%), del 1997 (+33,36%), del 1998 (+28,58%), del 2003 (+28,68%), del 2009 (+26,46%) e del 2013, quando l’indice ha totalizzato un rialzo del 32,39%.

Tra i migliori ETFs a disposizione sul mercato vi sono: iShares Core S&P 500 (IVV), SPDR S&P 500 (SPY) e Vanguard S&P 500 (VOO).

Per maggiori informazioni: S&P 500



Wall Street, 6 mesi da record: ecco chi ha vinto e chi ha perso

Wall Street record: primo semestre di rialzi per le azioni USA: total return a due cifre per Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq. Ecco i titoli migliori.

Wall Street, 6 mesi da record: ecco chi ha vinto e chi ha perso

Wall Street dividendi S&P 500 2019, le migliori cedole estive

I 5 migliori titoli dell'S&P 500, oltre la cedola c'è di più. Investimenti vincenti a Wall Street, non tutti i dividendi alti sono buoni. Azioni USA 2019 con dividend yield oltre la media dell'S&P 500, da Darden Restaurants a Restaurant Brands, e passando per Lockheed Martin, McDonald's e Sysco.

Wall Street dividendi S&P 500 2019, le migliori cedole estive

Borse: è l'ora del mordi e fuggi. Eur/Usd: un buy obbligato ora

Le Borse mostrano una difficoltà a realizzare grandi rialzi, ma ci sono tante opportunità nel breve-medio termine. Le indicazioni di Pietro Paciello.

Borse: è l'ora del mordi e fuggi. Eur/Usd: un buy obbligato ora

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni lunghe sopra 1,1355 con target a 1,1380 e 1,1390 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Wall Street al gioco della torre: ecco chi butta giù e chi sale

Wall Street: Credit Suisse stila la sua lista dello shopping nel settore auto. Wedbush fa stock picking tra i chipmaker. Deutsche Bank torna sui Fang.

Wall Street al gioco della torre: ecco chi butta giù e chi sale

Wall Street: titoli Dow Jones, la trimestrale Nike è a due marce

Utili e ricavi Nike a due velocità nel quarto trimestre dell'anno fiscale. Vendite in Cina aumentano a due cifre. Le dichiarazioni del CEO Mark Parker. Tutti i numeri da Wall Street.

Wall Street: titoli Dow Jones, la trimestrale Nike è a due marce

Wall Street imbocca la retta via, pazzesca The Howard Hughes

Dow Jones, Walgreens Boots Alliance in bella evidenza. Nyse, le azioni The Howard Hughes spiccano il volo. Molto bene pure KB Home sul Big Board. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street imbocca la retta via, pazzesca The Howard Hughes

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni corte sotto 1,1390 con target a 1,1350 e 1,1320 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Wall Street: le azioni da comprare ora, prima che entri luglio

Migliori titoli a Wall Street luglio e Q3 2019 guardando al passato. Record S&P 500 a giugno 2019, ma l'ascesa potrebbe proseguire. Le azioni USA S&P 500 top a luglio: Alexion Pharmaceuticals, HollyFrontier e Nordstrom. E le migliori nel Q3 ogni anno sulla piazza a stelle e strisce.

Wall Street: le azioni da comprare ora, prima che entri luglio

Wall Street in rosso-verde molto chiaro, Micron Tech alla grande

Nyse, FedEx Corporation resiste sul Big Board. General Mills in lettera dopo trimestrale a due velocità. Nasdaq, Micron Technology conferma rally della vigilia. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street in rosso-verde molto chiaro, Micron Tech alla grande

Ftse Mib: atteso un top in estate. I titoli buoni e cattivi

Per il Ftse Mib domani partirà il nuovo ciclo mensile che aprirà un'altra finestra rialzista interessante. A quali blue chips guardare ora? Ce lo dice Sante Pellegrino.

Ftse Mib: atteso un top in estate. I titoli buoni e cattivi

Piazza Affari: rialzo finito. Quando comprare ora e quali titoli

Per il Ftse Mib sono possibili delle prese di beneficio che potrebbero dare origine a dei ritracciamenti di breve. I livelli da tenere d'occhio e i titoli da valutare secondo Gabriele Cortigiani.

Piazza Affari: rialzo finito. Quando comprare ora e quali titoli

Wall Street: Micron Technology fa festa grande, FedEx rivedibile

Utili Q3 Micron Technology stracciano le attese. Le dichiarazioni del Presidente e CEO Sanjay Mehrotra. FedEx Corporation lancia invece un warning sugli obiettivi dell'anno fiscale 2020. Tutti i numeri da Wall Street.

Wall Street: Micron Technology fa festa grande, FedEx rivedibile

Wall Street perde la bussola, Jefferies affossa azioni Microsoft

Dow Jones, Microsoft scivola dai massimi storici. Nyse, Lennar cade sulla guidance Q3 2019. AbbVie crolla su acquisizione Allergan. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street perde la bussola, Jefferies affossa azioni Microsoft

Wall Street: è tempo di un ribasso ora. I titoli interessanti

A Wall Street i sell dovrebbero dominare un po' la scena nelle prossime sedute, ma difficilmente gli indici torneranno sui recenti minimi. L'analisi e le strategie di Alessandro Cocco.

Wall Street: è tempo di un ribasso ora. I titoli interessanti

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni lunghe sopra 1,1380 con target a 1,1420 e 1,1440 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata
apk