S&P 500

RSS

S&P 500, il paniere azionario statunitense ad alta capitalizzazione

L’indice S&P 500, forma contratta di Standard & Poor’s 500, è un paniere azionario statunitense, che include al suo interno le 500 maggiori società per capitalizzazione attive sulla piazza (e quotate sui listini del New York Stock Exchange - NYSE, dell’American Stock Echange - Amex e del NASDAQ). Grazie al metodo di calcolo ponderato (per capitalizzazione di mercato) e all’inclusione ciclica di nuovi settori ed attività, l’indice è stato definito dal National Bureau of Economic Research come il migliore indicatore dell’economia statunitense nel suo insieme.

Le origini dello S&P 500

L’idea dell’S&P 500 nasce nel 1923, ma solo il 4 marzo del 1957 l’indice diviene operativo. Nel settembre del 1962 Standard & Poor’s stringe accordi con Ultronic Systems Corp.; da allora iniziano ad essere calcolati l’indice S&P 500 Stock Composite, il 425 Stock Industrial Index, the 50 Stock Utility Index e il 25 Stock Rail Index.
Nell’agosto dell’82, lo S&P 500 giunge a toccare quota 102,42; arriverò poi ad un massimo relativo nel marzo del 2000, raggiungendo quota 1552,87, nel periodo della bolla del dot.com. Quest’ultima porterà l’indice a perdere circa il 50% nell’ottobre del 2002 (a 768,63 dollari).

Sempre nel 1982 venne introdotto il future sull’S&P 500, contrattato sul CME (Chicago Mercantile Exchange), strumento utilizzato per lo più dai gestori di fondi per replicare l’andamento del benchmark e per coprirsi dai rischi del mercato USA.

La crisi 2007-2008 e i massimi di periodo

Il paniere delle migliori 500 società maggiormente capitalizzate del mercato USA ha risentito delle dinamiche degli anni 2007-2008, in cui lo scoppio della crisi dei mutui sub prime ed il fallimento di Lehman Brothers hanno abbattute ogni tipologia di asset e quotazione sul mercato.
Dal marzo 2009 (con l’inizio del primo Quantitative Easing) e l’uscita dal periodo di recessione per gli Stati Uniti, l’S&P 500 è passato dal quotare 683 dollari, ai 1818 del dicembre 2013, in rialzo del 166%.
Il 23 maggio l’indice chiude per la prima volta al di sopra dei 1900 dollari.

Composizione e performance recenti

Nell’elenco dei 500 maggiori titoli per capitalizzazione inclusi nell’S&P 500 (la cui composizione varia periodicamente, rispecchiando l’andamento di mercato), sono da notare i più recenti ingressi di alcuni colossi della piazza finanziaria. Tra questi, BlackRock (aprile 2011), Chipotle (aprile 2011), Tripadvisor (dicembre 2011), Fossil Inc. (aprile 2012), Garmin (dicembre 2012), General Motors (giugno 2013), Delta Airlines (settembre 2013), Facebook (dicembre 2013), Google (aprile 2014).

Sugli ultimi 20 anni, il total return dell’indice ha registrato i risultati peggiori nel 2001 (-11,89%), nel 2002 (-22,10%) e nel 2008 (-37%).
Le migliori performance sono state invece quelle del 1995 (+37,58%), del 1997 (+33,36%), del 1998 (+28,58%), del 2003 (+28,68%), del 2009 (+26,46%) e del 2013, quando l’indice ha totalizzato un rialzo del 32,39%.

Tra i migliori ETFs a disposizione sul mercato vi sono: iShares Core S&P 500 (IVV), SPDR S&P 500 (SPY) e Vanguard S&P 500 (VOO).

Per maggiori informazioni: S&P 500



Borse in lotta sui supporti: pericoli non ancora scampati

La variabile chiave ora più che il dollaro è data dall'andamento degli indici azionari Usa che determineranno i movimenti degli asset valutari. Le attese nel breve secondo Pietro Paciello.

Borse in lotta sui supporti: pericoli non ancora scampati

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni lunghe sopra 1,1375 con target a 1,1405 e 1,1425 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Wall Street, 5 Titoli per chi è stufo delle montagne russe

Titoli difensivi per chi vede nei titoli tecnologici al Nasdaq una scommessa rischiosa. Ecco cinque titoli per rimanere lontani dall'Hi-Tech, ma anche vicini ai BUY dei migliori analisti. In altre parole, ecco come stare lontani da Apple ed Amazon.

Wall Street, 5 Titoli per chi è stufo delle montagne russe

Wall Street cambia luce al semaforo, ora testa solo al tacchino

Nyse, azioni Foot Locker in orbita. Deere & Company in luce verde dopo i conti. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street cambia luce al semaforo, ora testa solo al tacchino

Le migliori azioni che resistono a questo periodo correttivo

C'è ancora spazio per investire nei mercati?

Le migliori azioni che resistono a questo periodo correttivo

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni corte sotto 1,1400 con target a 1,1350 e 1,1320 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Verso rapidi affondi prima di una ripresa? I titoli nel mirino

Il quadro di breve accresce i dubbi sul futuro delle Borse: a Piazza Affari un rimbalzo è probabile, ma il rischio di nuovi ribassi non è ancora archiviato. L'analisi di Gabriele Cortigiani.

Verso rapidi affondi prima di una ripresa? I titoli nel mirino

Wall Street remix, tutti in pista nel 2019 con 10 Titoli Hi-Tech

Azioni USA, caccia ai titoli a buon mercato dopo la correzione. Ecco allora 10 Titoli tecnologici per il riscatto nel 2019 tra società Internet, software e semiconduttori.

Wall Street remix, tutti in pista nel 2019 con 10 Titoli Hi-Tech

Wall Street sempre sulla brutta piega, orso prende Apple a morsi

Dow Jones, Apple in bear market. Blue Chips USA tutte in rosso! Nyse, azioni Agilent Technologies fuori dal coro. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street e le trimestrali di martedì e mercoledì, 20-21 novembre 2018.

Wall Street sempre sulla brutta piega, orso prende Apple a morsi

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni lunghe sopra 1,1420 con target a 1,1475 e 1,1500 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Wall Street: Black Friday, Thanksgiving coi tecnologici in saldo

Azioni tech USA, investitori non abituati a rallentamento vendite e ricavi. Titoli tecnologici, i gestori di fondi abbassano l'esposizione. Dall'hi-tech ai beni di consumo, il passo è breve.

Wall Street: Black Friday, Thanksgiving coi tecnologici in saldo

Wall Street come pugile alle corde, Nasdaq incassa un montante

Dow Jones: Travelers, Pfizer e Johnson & Johnson in controtendenza. Nyse, Helmerich & Payne in denaro grazie ai brokers. Le trimestrali di martedì 20 novembre 2018. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street come pugile alle corde, Nasdaq incassa un montante

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni lunghe sopra 1,1365 con target a 1,1425 e 1,1475 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Wall Street, 10 Titoli azionari per un BUY a partire dai 20 anni

Wall Street, 10 Titoli azionari per ventenni: da Netflix a Facebook e passando per Chevron, IBM; Starbucks, Baidu, Wells Fargo e Waste Management. Portafoglio azionario a lungo termine, a 20 anni è il momento giusto!

Wall Street, 10 Titoli azionari per un BUY a partire dai 20 anni

Wall Street verde a tre quarti, Blue Chips sono un buon rifugio

Dow Jones, McDonald's in evidenza. Nyse, Michael Kors scivola sul downgrade di Oppenheimer. Nasdaq, NVIDIA Corporation stecca sul fatturato Q3 2018 e stime quarto trimestre. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street verde a tre quarti, Blue Chips sono un buon rifugio

Borse: rialzo possibile solo se oro e dollaro faranno una pausa

Fino a quando non avremo un breakout deciso da parte di uno degli indici guida, dobbiamo continuare a pensare che le Borse vadano verso una fase di debolezza/prese di beneficio. L'analisi e le indicazioni di Pietro Paciello.

Borse: rialzo possibile solo se oro e dollaro faranno una pausa
apk