S&P 500

S&P 500, il paniere azionario statunitense ad alta capitalizzazione

L’indice S&P 500, forma contratta di Standard & Poor’s 500, è un paniere azionario statunitense, che include al suo interno le 500 maggiori società per capitalizzazione attive sulla piazza (e quotate sui listini del New York Stock Exchange - NYSE, dell’American Stock Echange - Amex e del NASDAQ). Grazie al metodo di calcolo ponderato (per capitalizzazione di mercato) e all’inclusione ciclica di nuovi settori ed attività, l’indice è stato definito dal National Bureau of Economic Research come il migliore indicatore dell’economia statunitense nel suo insieme.

Le origini dello S&P 500

L’idea dell’S&P 500 nasce nel 1923, ma solo il 4 marzo del 1957 l’indice diviene operativo. Nel settembre del 1962 Standard & Poor’s stringe accordi con Ultronic Systems Corp.; da allora iniziano ad essere calcolati l’indice S&P 500 Stock Composite, il 425 Stock Industrial Index, the 50 Stock Utility Index e il 25 Stock Rail Index.
Nell’agosto dell’82, lo S&P 500 giunge a toccare quota 102,42; arriverò poi ad un massimo relativo nel marzo del 2000, raggiungendo quota 1552,87, nel periodo della bolla del dot.com. Quest’ultima porterà l’indice a perdere circa il 50% nell’ottobre del 2002 (a 768,63 dollari).

Sempre nel 1982 venne introdotto il future sull’S&P 500, contrattato sul CME (Chicago Mercantile Exchange), strumento utilizzato per lo più dai gestori di fondi per replicare l’andamento del benchmark e per coprirsi dai rischi del mercato USA.

La crisi 2007-2008 e i massimi di periodo

Il paniere delle migliori 500 società maggiormente capitalizzate del mercato USA ha risentito delle dinamiche degli anni 2007-2008, in cui lo scoppio della crisi dei mutui sub prime ed il fallimento di Lehman Brothers hanno abbattute ogni tipologia di asset e quotazione sul mercato.
Dal marzo 2009 (con l’inizio del primo Quantitative Easing) e l’uscita dal periodo di recessione per gli Stati Uniti, l’S&P 500 è passato dal quotare 683 dollari, ai 1818 del dicembre 2013, in rialzo del 166%.
Il 23 maggio l’indice chiude per la prima volta al di sopra dei 1900 dollari.

Composizione e performance recenti

Nell’elenco dei 500 maggiori titoli per capitalizzazione inclusi nell’S&P 500 (la cui composizione varia periodicamente, rispecchiando l’andamento di mercato), sono da notare i più recenti ingressi di alcuni colossi della piazza finanziaria. Tra questi, BlackRock (aprile 2011), Chipotle (aprile 2011), Tripadvisor (dicembre 2011), Fossil Inc. (aprile 2012), Garmin (dicembre 2012), General Motors (giugno 2013), Delta Airlines (settembre 2013), Facebook (dicembre 2013), Google (aprile 2014).

Sugli ultimi 20 anni, il total return dell’indice ha registrato i risultati peggiori nel 2001 (-11,89%), nel 2002 (-22,10%) e nel 2008 (-37%).
Le migliori performance sono state invece quelle del 1995 (+37,58%), del 1997 (+33,36%), del 1998 (+28,58%), del 2003 (+28,68%), del 2009 (+26,46%) e del 2013, quando l’indice ha totalizzato un rialzo del 32,39%.

Tra i migliori ETFs a disposizione sul mercato vi sono: iShares Core S&P 500 (IVV), SPDR S&P 500 (SPY) e Vanguard S&P 500 (VOO).

Per maggiori informazioni: S&P 500



Dow Jones: Microsoft alza dividendo, buyback fino a $40 miliardi

Dividendo trimestrale Microsoft aumenta di 5 centesimi di dollaro. Azioni MSFT in ascesa sull'after hours. Le disponibilità liquide della società di Redmond, 133,8 miliardi di dollari al 30 giugno scorso. Utili prossimo trimestre Microsoft attesi in crescita anno su anno.

Dow Jones: Microsoft alza dividendo, buyback fino a $40 miliardi

Wall Street stavolta non sbanda, tagliola della Fed sui tassi

Dow Jones, Merck e JPMorgan in controtendenza. Nyse, azioni FedEx Corporation in caduta libera sul Big Board. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street che archivia gli scambi a due colori dopo il taglio dei tassi da parte della Federal Reserve.

Wall Street stavolta non sbanda, tagliola della Fed sui tassi

Ftse Mib: in arrivo ultima gamba rialzista. I titoli da comprare

Per il Ftse Mib la view resta positiva in attesa di nuovi rialzi che dovrebbero durare fino alla metà di ottobre. La view e le strategie di Sante Pellegrino.

Ftse Mib: in arrivo ultima gamba rialzista. I titoli da comprare

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni lunghe sopra 1,1040 con target a 1,1085 e 1,1110 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Wall Street, azioni software: Adobe, resa dei conti trimestrali

Azioni ADBE in rosso sull'after-hours. Adobe Inc Q3 2019, utili e ricavi oltre le attese. Ma la guidance Q4 2019 è deludente. Tutti i numeri da Wall Street per il colosso del software, e le dichiarazioni del CEO Shantanu Narayen.

Wall Street, azioni software: Adobe, resa dei conti trimestrali

Wall Street aspetta solo Powell, mercoledì sera il momento clou

Domani la decisione della Federal Reserve sui tassi di interesse. Dow Jones, Home Depot: Guggenheim passa da Buy a Neutral. Nyse, azioni Corning Incorporated in forte calo sul Big Board. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street che pende dalle labbra di Jerome Powell.

Wall Street aspetta solo Powell, mercoledì sera il momento clou

S&P 500 future: livelli chiave per la settimana

Non accusa grandi ricadute il future S&P 500 dopo l'attacco alla raffineria più grande del mondo e ha spinto le quotazioni petrolifere oltre i 63$. Il trend rialzista non teme rallentamenti e quota 3020 punti è facilmente raggiungibile.

S&P 500 future: livelli chiave per la settimana

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni corte sotto 1,1030 con target a 1,0990 e 1,0970 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Wall Street abbassa la cresta su rally petrolio, Brent in fiamme

Dow Jones, azioni Apple in controtendenza. Forti oggi i titoli del settore energetico, da ConocoPhillips ad Occidental Petroleum. Nyse, General Motors: primo sciopero dei lavoratori da oltre dieci anni. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street che inaugura l'ottava in tono cedente dopo gli attacchi alle raffinerie saudite.

Wall Street abbassa la cresta su rally petrolio, Brent in fiamme

Wall Street, 3 migliori azioni fintech nel medio e lungo termine

Società fintech, grosse opportunità dal mercato dei pagamenti non-cash. Tre titoli fintech a Wall Street selezionati da TipRanks. Da Square Inc. a Paypal Holdings Inc., e passando per JPMorgan Chase & Company.

Wall Street, 3 migliori azioni fintech nel medio e lungo termine

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni lunghe sopra 1,1065 con target a 1,1085 e 1,1105 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Ftse Mib in pericolo: rischi dietro l'angolo. Titoli buy e sell

Il Ftse Mib dovrà affrontare un autunno molto complicato, con il rischio di un ritorno sui minimi di dicembre scorso. L'analisi e le strategie di Fabrizio Brasili.

Ftse Mib in pericolo: rischi dietro l'angolo. Titoli buy e sell

Netflix vs Apple: $ 1000 10 anni fa, quanto avresti guadagnato?

Netflix vs Apple, vince NFLX a mani basse in dieci anni. Ma Apple e Netflix hanno comunque battuto ampiamente l'S&P 500. Apple Tv+ sottrarrà quote di mercato rilevanti a Netflix?

Netflix vs Apple: $ 1000 10 anni fa, quanto avresti guadagnato?

Wall Street: 7 titoli Buy salutistici, per cavalcare onda vegana

Mercato globale delle carni di origine vegetale, tassi di crescita a due cifre. Consumo di carne, un americano su tre è aperto all'hamburger vegano. 7 Buy nel settore alimentare che possono sfruttare l'onda salutista, da Beyond Meat ad Impossible Foods.

Wall Street: 7 titoli Buy salutistici, per cavalcare onda vegana

Wall Street: 5 dividendi stabili, battono obbligazioni sottozero

Tassi bassi negli Stati Uniti, il Treasury a 30 anni è ai minimi storici. Obbligazioni con rendimenti negativi in Europa, dalla Germania ai Paesi Bassi. Ecco allora 5 azioni quotate a Wall Street con cedole che battono le obbligazioni sottozero, da AT&T a Target, e passando per CVS, Qualcomm ed American Electric Power.

Wall Street: 5 dividendi stabili, battono obbligazioni sottozero

Apple e Netflix al weekend su corsie opposte, male Broadcom

Dow Jones, Apple al weekend sui realizzi. Nasdaq, Netflix: Piper Jaffray conferma target a 440 dollari. Broadcom perde quota sul tabellone elettronico. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street che archivia l'ottava in terreno misto.

Apple e Netflix al weekend su corsie opposte, male Broadcom
apk