Colgate-Palmolive

RSS

Colgate-Palmolive, multinazionale statunitense per la cura della persona e l’igiene orale

Colgate-Palmolive Company è una multinazionale statunitense, attiva nel settore della produzione e distribuzione di prodotti per la cura della persona (saponi, bagnoschiuma, shampoo, deodoranti, schiume da barba), per la pulizia della casa (detergenti liquidi, ammorbidenti, detersivi), per l'igiene orale (dentifrici, collutori, spazzolini).
Tramite il marchio Hill’s, inoltre, il gruppo è attivo nel ramo della veterinaria.

Le origini di Colgate e di Palmolive

La storia di Colgate ha origini antichissime. Nel 1806, Henry William Colgate avvia una piccola attività di amido, saponi e candele sulla Dutch Street di New York; la piccola attività compare per la prima volta sulla pubblicità del giornale di New York nel 1817.
Nel 1820, William Colgate apre la prima fabbrica nel New Jersey e, dal momento ella sua dipartita, nel 1857, le redini della Colgate Company passano al figlio, Samuel Colgate.

Parallelamente, nel 1864, B. J. Johnson apre la sua prima fabbrica a Milwaukee, WI, mutando presto la denominazione della compagnia in Palmolive Company. Il nome della stessa deriva dalla composizione dei prodotti confezionati: saponi a base di olio di palma e olio d’oliva.

Le due società iniziano fin da subito ad ampliare la propria gamma di articoli, introducendo oltre ai saponi profumati, anche dentifrici in pasta, che apparvero per la prima volta sul mercato nel 1873 nella versione “vasetto” e solo nel 1908 in tubi.

Nel 1900 alla Colgate & Co. viene conferito a Parigi il premio per i migliori saponi profumati in produzione.
Negli stessi anni la compagnia produttrice di saponi Peet Brothers (Kansas) viene incorporata in Palmolive, cambiando nome in Palmolive-Peet.
Nel 1928 Palmolive-Peet porta a termine la fusione con Colgate Company, assumendo inizialmente la denominazione di Colgate-Palmolive-Peet Company (ed eliminando, nel 1953, la marca Peet dal nome ufficiale).

La nuova società Colgate-Palmolive

Fin dal momento della sua attestazione su scala internazionale (con l’arrivo delle prime televisioni e della pubblicità sul grande schermo) Colgate-Palmolive inizia a competere con la rivale Procter & Gamble, entrambe in competizione per divenire sponsor delle soap opera americane.
La stessa C-P diviene in quegli anni marchio di riferimento per la seria televisiva The Doctors.

Divenuta leader nel settore dell’igiene orale, la marca Colgate assume una tale popolarità nel mondo da divenire sinonimo del termine “dentifricio” (per lo più nelle Filippine e in India).

I recenti avvenimenti della compagnia

Dal 2006 Colgate-Palmolive intraprende una nuova politica strategica di ampliamento, in primis tramite l’acquisizione di Tom’s of Maine, leader nel campo dei dentifrici naturali in pasta. La Tom’s of Maine deve i propri natali a Tom Chappell (1970), rinomata non solo per la validità dei prodotti, ma anche per l’etica aziendale favorevole alla sperimentazione animale, questione che, fin dal principio, ha portato complicazioni diplomatiche a Colgate-Palmolive.

Nel giugno 2011 Colgate-Palmolive porta a termine l’acquisizione da Unilever del brand Sanex , acquistando nel dicembre del medesimo anno anche la società Gaba Enterprises (con sede in Svizzera).

I principali dati societari

La società Colgate-Palmolive ha sede principale a New York, in Park Avenue 300 ed è quotata alla Borsa di New York con il simbolo CL. Tra i diversi stabilimenti societari disseminati in ogni continente, C-P offre lavoro ad oltre 37.700 dipendenti.

Il gruppo ha concluso l’esercizio 2013 con un fatturato pari a 17,42 miliardi di dollari, in leggero aumento rispetto ai 17,085 miliardi del 2012. L’utile societario per l’anno 2013 si è invece attestato a 2,241 miliardi di dollari.

Per maggiori informazioni: COLGATEPALMOLIVE


Wall Street in rosso in avvio di settimana: i titoli hot

Sul fronte macro è stato diffuso solo l'indice Cfnai che è peggiorato ad agosto: in agenda i discorsi di alcuni membri della Fed. Diversi i titoli da seguire.

Wall Street in rosso in avvio di settimana: i titoli hot







Piazza Affari ripropone un copione già visto: cosa accadrà ora?

Fallisce ancora una volta l'attacco del Ftse Mib all'ostacolo dei 21.500/21.600 punti: nuovi tentativi al rialzo o ritorno delle vendite? Le attese per domani.

Piazza Affari ripropone un copione già visto: cosa accadrà ora?

4 titoli che aumenteranno i dividendi di almeno un +20%

Oggi vorrei scrivervi di titoli che nei prossimi stacchi cedolari aumenteranno i loro dividendi di almeno un +20%.

4 titoli che aumenteranno i dividendi di almeno un +20%

Da Goldman Sachs strategie e titoli per vincere sui mercati

La strategia fatta di Buy&Hold sembra ormai aver fatto il suo tempo.

Da Goldman Sachs strategie e titoli per vincere sui mercati

10 titoli che pagano dividendi da oltre 100 anni

Sono pochi i titoli che possono vantarsi di appartenere al club ristretto dei dividendi ultracentenari.

10 titoli che pagano dividendi da oltre 100 anni

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

3 titoli che vale la pena monitorare

il settore dei beni di consumo, rimasto indietro nel rally post elettorale, è tornato sotto i riflettori.

3 titoli che vale la pena monitorare

5 azioni per riempire il portafoglio e pensare ad altro

Dopo la pausa di ieri per i festeggiamenti del President's Day, Wall Street ricomincia dai record di venerdì scorso.

5 azioni per riempire il portafoglio e pensare ad altro

Wall Street mischia le carte, si riposiziona con le trimestrali

Dow Jones, Chevron Corporation in lettera dopo la trimestrale. Microsoft, utili e ricavi Q2 2017 oltre le attese. Nyse, Colgate-Palmolive scivola sui ricavi Q4 2016. Nasdaq, Starbucks Corporation: fatturato Q1 2017 sotto le attese. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street mischia le carte, si riposiziona con le trimestrali
apk