Amazon

RSS

Amazon, società americana di commercio elettronico

Amazon è una società americana, leader a livello mondiale nel campo dell'e-commerce. Il suo fondatore, definito da molti "geniale" per l'innovazione del servizio offerto, è Jeff Bezos, che fondò l'azienda nel 1994 con il nome iniziale di Cadabra.com, per poi diventare l'anno successivo, nel 1995, Amazon.com (con significato Rio delle Amazzoni).

Il fondatore di Amazon

Jeff Bezos è nato nel 1964 ad Albuquerque nel New Mexico. Ha conseguito la laurea presso l'Università di Princeton dove ha studiato informatica. Inizialmente lavorò a Wall Street, nel reparto di informatica, per poi divenire negli anni successivi Vice Presidente di Banker Trust.

Nel 1994 Jeff Bezos ebbe la geniale idea di fondare l'attuale Amazon, studiando il business-plan della neo società e partendo (come molti altri) dal suo garage. All'inizio l'attività consisteva nella commercializzazione on line di libri, tramite una libreria virtuale. La libreria era fornitissima ed offriva una varietà ben maggiore rispetto alle librerie 'cartacee'. Successivamente aggiunse altre categorie alla gamma offerta: inserì la commercializzazione di CD musicali, DVD, videogiochi, software e molti altri prodotti ed accessori, dal settore dell'abbigliamento a quello alimentare.

L'azienda cresce rapidamente, tanto che nel 1995 si colloca alla Borsa di NewYork. La realtà di Amazon.com è ormai consolidata ed è presente con molteplici filiali situate in Canada, Germania, Austria, Francia, Spagna, Cina, Regno Unito. I suoi prodotti vengono spediti in tutto il mondo in poche ore.

I principali dati aziendali

Amazon.com ha la sua sede principale a Beacon Hill, nello stato di Washington. E' quotata alla Borsa di NewYork, sul mercato Nasdaq.
Il colosso del commercio elettronico ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013 con un fatturato pari a 74.452 in decisivo miglioramento rispetto ai dati del 2012, pari a 61,09 miliardi di dollari. Questi ultimi, a loro volta, furono ritenuti sorprendenti se paragonati al 2011, dove i ricavi ammontarono a 48,08 miliardi di dollari.
Nel solo 2012 la società contava circa 51.300 dipendenti.

Per maggiori informazioni: AMAZON



3 dividendi per chi non ha pazienza

Solitamente i dividendi hanno cadenza annuale e, qualche volta, trimestrale. Per chi non ha pazienza di attendere, invece, esistono alcuni titoli che dividono il loro regalo agli investitori in rate mensili.

3 dividendi per chi non ha pazienza

Poste Italiane: utile netto in forte aumento nel secondo trimestre

Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane S.

Poste Italiane: utile netto in forte aumento nel secondo trimestre

ePRICE avvia la vendita di grandi elettrodomestici su Amazon

ePRICE, azienda leader dell'e-Commerce italiano e quotata dal 2015 sul segmento STAR di Borsa Italiana, annuncia di aver iniziato la vendita di Grandi Elettrodomestici su Amazon.

ePRICE avvia la vendita di grandi elettrodomestici su Amazon

Wall Street, 7 Utility per un grosso ciao-ciao a Mark Zuckerberg

Dal settore tecnologico ai titoli difensivi quotati al NYSE, ecco 7 Utility come alternativa ai titoli FAANG raccomandati da Anthony Mirhaydari sul sito InvestorPlace.

Wall Street, 7 Utility per un grosso ciao-ciao a Mark Zuckerberg

FAANG in crisi? Arrivano i MAGA

Non più tardi di 5 giorni fa da Wall Street arrivava l'allarme riguardante Amazon, un leviatano che potrebbe distruggere qualsiasi settore merceologico. Oggi invece la consapevolezza che ci si può spostare dal social tech al tech di valore.

FAANG in crisi? Arrivano i MAGA

Marzotto Sim, il punto sui FAANG in attesa di Apple

L'ufficio studi di Marzotto Sim, in attesa dei risultati di Apple che saranno annunciati domani, ha pubblicato il seguente rapporto sui grandi titoli tecnologici statunitensi, i cosiddetti FAANG (Facebook, Apple, Amazon, Netflix, Google).

Marzotto Sim, il punto sui FAANG in attesa di Apple

Wall Street, allarme Nasdaq: sui FAANG troppe ombre, poche luci

Dow Jones, Caterpillar scivola nel finale. Nasdaq, titoli FAANG in rosso con Netflix in testa ai ribassi. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street, allarme Nasdaq: sui FAANG troppe ombre, poche luci

3 mega aziende alla prova dei conti questa settimana

La stagione degli utili è in pieno svolgimento e alcuni grandi nomi hanno dato grandi sorprese. Nel bene e nel male.

3 mega aziende alla prova dei conti questa settimana

Wall Street nel marasma tecnologico, Twitter vittima sacrificale

Dow Jones, azioni Intel in forte calo. Nyse, Twitter in caduta libera su calo utenti attivi mensili. Nasdaq, Amazon.com riporta utili record. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street nel marasma tecnologico, Twitter vittima sacrificale

Tech bianco/nero: Amazon atteso ai $2.000. Twitter brucia con FB

Wall Street: una sintesi delle nuove note degli analisti sui protagonisti degli indici azionari americani.

Tech bianco/nero: Amazon atteso ai $2.000. Twitter brucia con FB

Wall Street su, ma non si scompone dopo il PIL. Crolla Twitter

Il mercato mantiene un'intonazione moderatamente rialzista in attesa della fiducia Michigan e intanto si guarda alle numerose trimestrali delle ultime ore.

Wall Street su, ma non si scompone dopo il PIL. Crolla Twitter

Top news

-

Top news

A Wall Street c'è un gigante che spaventa. In tutti i sensi

Con gli ultimi numeri sulle trimestrali, Amazon ha stupito i mercati. Ma c'è anche chi si è spaventato.

A Wall Street c'è un gigante che spaventa. In tutti i sensi

Amazon cambia faccia: utile strabiliante grazie a robot e cloud

La società di Seattle, per anni associata a crescita record e scarsa redditività, ha lasciato a bocca aperta il mercato con un utile cresciuto di 12 volte e del 100% superiore alle stime degli analisti.

Amazon cambia faccia: utile strabiliante grazie a robot e cloud

Piazza Affari su un livello spartiacque: seduta cruciale domani

Il Ftse Mib si è riportato sui minimi di lunedì scorso, da cui potrebbe partire una reazione o un nuovo affondo. Tanti i market movers della prossima sessione.

Piazza Affari su un livello spartiacque: seduta cruciale domani

BB Biotech: NAV -2,8% in CHF, perdita trimestrale da CHF 98 mln

Condizioni quadro difficili, come ad esempio la discussione sull'introduzione di controlli sui prezzi da parte del governo statunitense e, in generale, la fine del rally di mercato, hanno pesato nel secondo trimestre sul sentiment nel settore healthcare.

BB Biotech: NAV -2,8% in CHF, perdita trimestrale da CHF 98 mln
apk