Apple

RSS

Apple, società americana di hardware e software

Apple, produttrore di sistemi operativi, computer e dispositivi multimediali, le cui origini ci riportano nel 1975.


Grafico interattivo NASDAQ:AAPL offerto da TradingView

Apple, società americana di hardware e software

Apple Inc, è un'azienda americana, leader mondiale nella produzione di personal computer, sistemi operativi, dispositivi mobili e dispositivi multimediali.

La storia di Apple

La società nasce nel 1975 dagli amici Steve Jobs e Steve Wozniak, aiutati da Ronald Wayne (quest'ultimo lavorava inizialmente assieme a Jobs per la società Atari. Uscì da Apple ben presto, nell'aprile del 1976, dopo che fu pagata la prima commessa di Apple I).
La progettazione di un nuovo modello di computer, estremamente semplice nel suo utilizzo, fu resa possibile grazie a Wozniak, che diede luce ad una macchina innovativa, collegabile alla televisione e ad una sorta di memoria esterna: tramite un modulo per collegare il computer ad un lettore a cassette, infatti, particolarmente innovativo per le sue prestazioni, era possibile la lettura ed il salvataggio di programmi e dati ad una velocità di 1.200 byte al secondo.

Rimasti in due (Steve Jobs e Steve Wozniak) si misero a progettare un nuovo modello di computer, l'Apple II, ma la progettazione della macchina richiedeva più risorse economiche di quelle preventivate e disponibili ai due creatori. Ad aiutarli fu allora Mike Markkula, che investì 250.000 dollari nella Apple Computer, ufficialmente costituita il 1º aprile 1976.

Lo sviluppo nell'ultimo trentennio

L'Apple II fu presentato nel aprile del 1977 e mostrò notevoli migliorie rispetto al suo predecessore: la macchina visualizzava oltre ai testi anche la grafica. Il nuovo personal computer fu subito un successo e portò l'azienda a crescere ed espandersi.

Nel 1984 venne presentato l'Apple Macintosh, che si rivelò un successo ed un'innovazione per l'era informatica. Nel 1985 Steve Jobs uscì dall'azienda a causa delle diatribe accesesi all'interno della società; aprì allora la Next Computer, azienda ad alta tecnologia, che tuttavia non sortì il successo desiderato e, non compresa dal mercato, vide presto la chiusura.

Negli anni novanta Apple si trovava in difficoltà e decise di innovarsi comprando la società di Steve Jobs, per poterne utilizzare l'innovativo sistema operativo. Steve Jobs fa allora rientro in Apple, riuscendo a riportare l'azienda sulla cresta dell'onda.

Gli Apple Store

Nel 2001 nascono i famosi "Apple Store", punti vendita in cui vengono commercializzati i prodotti Apple: tra questi, la gamma di prodotti comprende computer Mac mini, MacBook Air, iMac, MacBook, MacBook Pro, Mac Pro, Xserve, dispositivi per ascoltare musica, iPod, telefoni iPhone, tablet iPad, modulo Apple TV, basi wireless AirPort, disco di archiviazione Time Capsule, software QuickTime, iLife, iWork, Final Cut Studio, Logic Studio, piattaforma iTunes, sistema operativo Mac OS-X e quello mobile iOS, periferiche Mighty Mouse, Magic Mouse, Magic Trackpad e LED Cinema Display.

La scelta della mela morsicata

Il celeberrimo logo dalla mela rosicchiata venne creato da Rob Janoff, come favore al suo capo Regis McKenna, amico di Steve Jobs.

Tra le varie 'leggende' legate alla scelta di una mela come marchio distintivo, ve ne sono di particolari: da quella che vede l'onorare di Newton e della sua teoria, al lavoro giovanile di Jobs in una piantagione di mele; da una copertina dell'LP dei Beatles rappresentante una mela, all'essere vegetariano dello stesso Jobs; dal suicidio di Alan Turing (padre degli studi sull'intelligenza artificiale) con una mela avvelenata, alla semplicità di un frutto 'facile' da mordere, alla mela che Jobs aveva lasciato posata sul tavolo nel momento in cui stava riflettendo sul logo da adottare.

I principali dati economico finanziari di Apple

Apple Inc. ha la sede principale a Cupertino in California, viene quotata alla Borsa di Francoforte ed alla borsa di New York, nel mercato Nasdaq, con il simbolo AAPL.
Il colosso americano ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013 con un fatturato pari 170,91 miliardi di dollari, in crescita rispetto ai dati del 2012, pari a 156,508 miliardi, ed un utile netto d'esercizio pari a 37,037 miliardi (41,73 lo scorso esercizio).

Per maggiori informazioni: APPLE

Nome società APPLE
Paese USA
Mercato NASDAQ 100
Settore TECNOLOGIA
Codice Alfa AAPL
Codice Isin US0378331005
Codice Reuters AAPL
Sito web società Link
Telefono
Fax
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società
Società revisione
Azioni in circolazione n.d.
Capitale Sociale n.d.
Tipo Titolo
Valore nominale
Data di collocamento n.d.
Prezzo di collocamento n.d.
Ultimo dividendo n.d.
Tipo dividendo n.d.
Data pagamento n.d.
Ultima raccomandazione 16/09/2016
Emittente CREDIT SUISSE
Raccomandazione Outperform
Target Price € 150.00
Andamento rating
 

Wall Street: Ferragosto per fare cassa, FAANG primo bersaglio

Dow Jones, azioni Chevron Corporation in forte calo. Nasdaq, titoli FAANG in rosso sul tabellone elettronico. Le trimestrali di oggi a Wall Street dopo la chiusura delle contrattazioni. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria a stelle e strisce.

Wall Street: Ferragosto per fare cassa, FAANG primo bersaglio







Wall Street sempre sul pezzo, Elon Musk a cannone su Twitter

Nasdaq, Apple in calo per la prima volta dopo l'ultima trimestrale. Tesla pronta per il delisting? I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria a stelle e strisce, e le trimestrali attese a mercati chiusi.

Wall Street sempre sul pezzo, Elon Musk a cannone su Twitter

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

Intorno alle 16 Piazza Affari registra uno +0,56% pari a 21.553 punti. Le La classifica dei migliori (e dei peggiori) titoli della giornata.

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

Ci siamo: Apple vale $1mld. E potrebbe ancora aumentare

Nell'eterna lotta tra Apple e Amazon per vedere chi delle due avrebbe raggiunto per prima la capitalizzazione da un miliardo, la Mela ha vinto arrivando per prima al traguardo.

Ci siamo: Apple vale $1mld. E potrebbe ancora aumentare

Apple prosegue la sua cavalcata rialzista

Apple prosegue la sua cavalcata rialzista, ma quali sono le prospettive per il futuro? Le onde di Elliott ci aiutano ad individuare i prossimi target.

Apple prosegue la sua cavalcata rialzista

Wall Street: motori avanti tutta, Apple vale proprio una fortuna

Dow Jones, prese di beneficio su DowDuPont. Nyse, azioni The Clorox Company sugli scudi. Nasdaq, Apple a 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street: motori avanti tutta, Apple vale proprio una fortuna

Spettacolo Apple, ma non basta

Apple, la regina delle azioni mondiali, ha fatto il suo dovere, dopo i brillanti risultati trimestrali.

Spettacolo Apple, ma non basta

Torna il sell-off a Shanghai. Il Nikkei 225 perde l'1,03%

Dopo il contrastato mercoledì di Wall Street (dei tre maggiori indici Usa aveva chiuso in progresso solo il Nasdaq, apprezzatosi dello 0,46% in scia alla spinta della trimestrale di Apple), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è di generalizzato declino, con un vero e proprio sell-off per le piazze cinesi (Shanghai era per altro reduce dalla perdita del 2% della precedente sessione).

Torna il sell-off a Shanghai. Il Nikkei 225 perde l'1,03%

Wall Street balla in pista con la Fed, conferma copione estivo

Nasdaq, Apple vicinissima al trilione di dollari di capitalizzazione. Vendite su Frontier Communications dopo la trimestrale. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street, e le ultime sul costo del denaro negli USA da qui a fine anno.

Wall Street balla in pista con la Fed, conferma copione estivo

Wall Street cauta tra tensioni commerciali e attesa Fed

Il mercato attende di conoscere altri aggiornamenti macro dopo la stima ADP migliore del previsto. In serata il verdetto della Fed: corre Apple dopo i conti.

Wall Street cauta tra tensioni commerciali e attesa Fed

Guerra Commerciale: c'è o no? Cosa comprare in entrambi i casi

La guerra commerciale continua ad essere un problema di primo piano per i mercati. Soprattutto in vista di un ulteriore incremento di dazi per 200 miliardi preannunciato dal presidente Usa Donald Trump.

Guerra Commerciale: c'è o no? Cosa comprare in entrambi i casi

Apple contro dazi è il derby del giorno

Il rimbalzo è stato di circa mezzo punto percentuale che, tuttavia, non è bastato a colmare la perdita di lunedì scorso.

Apple contro dazi è il derby del giorno
apk