Apple

RSS

Apple, società americana di hardware e software

Apple Inc, è un'azienda americana, leader mondiale nella produzione di personal computer, sistemi operativi, dispositivi mobili e dispositivi multimediali.

La storia di Apple

La società nasce nel 1975 dagli amici Steve Jobs e Steve Wozniak, aiutati da Ronald Wayne (quest'ultimo lavorava inizialmente assieme a Jobs per la società Atari. Uscì da Apple ben presto, nell'aprile del 1976, dopo che fu pagata la prima commessa di Apple I).
La progettazione di un nuovo modello di computer, estremamente semplice nel suo utilizzo, fu resa possibile grazie a Wozniak, che diede luce ad una macchina innovativa, collegabile alla televisione e ad una sorta di memoria esterna: tramite un modulo per collegare il computer ad un lettore a cassette, infatti, particolarmente innovativo per le sue prestazioni, era possibile la lettura ed il salvataggio di programmi e dati ad una velocità di 1.200 byte al secondo.

Rimasti in due (Steve Jobs e Steve Wozniak) si misero a progettare un nuovo modello di computer, l'Apple II, ma la progettazione della macchina richiedeva più risorse economiche di quelle preventivate e disponibili ai due creatori. Ad aiutarli fu allora Mike Markkula, che investì 250.000 dollari nella Apple Computer, ufficialmente costituita il 1º aprile 1976.

Lo sviluppo nell'ultimo trentennio

L'Apple II fu presentato nel aprile del 1977 e mostrò notevoli migliorie rispetto al suo predecessore: la macchina visualizzava oltre ai testi anche la grafica. Il nuovo personal computer fu subito un successo e portò l'azienda a crescere ed espandersi.

Nel 1984 venne presentato l'Apple Macintosh, che si rivelò un successo ed un'innovazione per l'era informatica. Nel 1985 Steve Jobs uscì dall'azienda a causa delle diatribe accesesi all'interno della società; aprì allora la Next Computer, azienda ad alta tecnologia, che tuttavia non sortì il successo desiderato e, non compresa dal mercato, vide presto la chiusura.

Negli anni novanta Apple si trovava in difficoltà e decise di innovarsi comprando la società di Steve Jobs, per poterne utilizzare l'innovativo sistema operativo. Steve Jobs fa allora rientro in Apple, riuscendo a riportare l'azienda sulla cresta dell'onda.

Gli Apple Store

Nel 2001 nascono i famosi "Apple Store", punti vendita in cui vengono commercializzati i prodotti Apple: tra questi, la gamma di prodotti comprende computer Mac mini, MacBook Air, iMac, MacBook, MacBook Pro, Mac Pro, Xserve, dispositivi per ascoltare musica, iPod, telefoni iPhone, tablet iPad, modulo Apple TV, basi wireless AirPort, disco di archiviazione Time Capsule, software QuickTime, iLife, iWork, Final Cut Studio, Logic Studio, piattaforma iTunes, sistema operativo Mac OS-X e quello mobile iOS, periferiche Mighty Mouse, Magic Mouse, Magic Trackpad e LED Cinema Display.

La scelta della mela morsicata

Il celeberrimo logo dalla mela rosicchiata venne creato da Rob Janoff, come favore al suo capo Regis McKenna, amico di Steve Jobs.

Tra le varie 'leggende' legate alla scelta di una mela come marchio distintivo, ve ne sono di particolari: da quella che vede l'onorare di Newton e della sua teoria, al lavoro giovanile di Jobs in una piantagione di mele; da una copertina dell'LP dei Beatles rappresentante una mela, all'essere vegetariano dello stesso Jobs; dal suicidio di Alan Turing (padre degli studi sull'intelligenza artificiale) con una mela avvelenata, alla semplicità di un frutto 'facile' da mordere, alla mela che Jobs aveva lasciato posata sul tavolo nel momento in cui stava riflettendo sul logo da adottare.

I principali dati economico finanziari di Apple

Apple Inc. ha la sede principale a Cupertino in California, viene quotata alla Borsa di Francoforte ed alla borsa di New York, nel mercato Nasdaq, con il simbolo AAPL.
Il colosso americano ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013 con un fatturato pari 170,91 miliardi di dollari, in crescita rispetto ai dati del 2012, pari a 156,508 miliardi, ed un utile netto d'esercizio pari a 37,037 miliardi (41,73 lo scorso esercizio).

Per maggiori informazioni: APPLE



Apple, fuga o acquisto?

Apple, fuga o acquisto? Apple e' sotto i riflettori (megliosarebbe dire sotto le cannonate) degli investitori che in questo momento stannovendendo a piene mani il titolo: la societa' ha tagliato al guidance per ilprimo trimestre fiscale portando le stime sulle vendite a 84 miliardi didollari (dai almeno 91 attesi in precedenza).

Apple, fuga o acquisto?

Ftse Mib in rapida discesa dopo dati Usa

Ftse Mib respinto da una forte resistenza.

Ftse Mib in rapida discesa dopo dati Usa

Wall Street in deciso ribasso, pesa Apple

La Borsa di New York ha aperto la seduta in deciso ribasso in scia al declino di Apple.

Wall Street in deciso ribasso, pesa Apple

Piazza Affari anche oggi in rimonta. FTSE MIB -0,08%

Piazza Affari anche oggi in rimonta.

Piazza Affari anche oggi in rimonta. FTSE MIB -0,08%

Crollo Apple, broker tagliano stime. Gundlach: l'orso è tornato

Mentre gli analisti tagliano le stime sul produttore dell'Iphone, il guru dei bond avverte che il warning di ieri è un altro segnale del bear market.

Crollo Apple, broker tagliano stime. Gundlach: l'orso è tornato

Wall Street zavorrata da Apple. Diversi i titoli da seguire

Il mercato perde quota sulla scia dell'effetto Apple che fa passare in secondo piano le indicazioni macro oggi. I titoli da seguire oggi.

Wall Street zavorrata da Apple. Diversi i titoli da seguire

STM crolla con alert Apple. Cosa aspettarsi ora secondo i broker

Il titolo lascia sul parterre oltre il 9% dopo il profit warning del gruppo Usa, cliente chiave di STM. Si teme ora per i conti del quarto trimestre, ma gli analisti confermano il buy.

STM crolla con alert Apple. Cosa aspettarsi ora secondo i broker

Aumenta la pressione in vendita su STM dopo il warning di Apple

Aumenta la pressione in vendita su STMicroelectronics -9,6%, passato più volte in asta di volatilità per eccesso di ribasso, dopo il warning di Apple (-8,2% nel pre-market al NASDAQ).

Aumenta la pressione in vendita su STM dopo il warning di Apple

Dow Jones Industrial, l'analisi dei singoli titoli

Dow Jones Industrial, l'analisi dei singoli titoli.

Dow Jones Industrial, l'analisi dei singoli titoli

Video: Intesa e Telecom tentato il rimbalzo, debole STM

In una situazione di mercato incerta, appesantita dall'alert sui ricavi lanciato da Apple, Generali, Intesa e Telecom tentato il rimbalzo.

Video: Intesa e Telecom tentato il rimbalzo, debole STM

Borsa italiana debole con STM e lusso. FTSE MIB -0,59%

Borsa italiana debole con STM e lusso.

Borsa italiana debole con STM e lusso. FTSE MIB -0,59%

Borse europee negative, pesa revisione outlook Apple

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in ribasso.

Borse europee negative, pesa revisione outlook Apple

Piazze cinesi in negativo. Hang Seng in declino dello 0,26%

In una seduta di generalizzato ribasso per l'Asia (Tokyo tornerà a scambiare però solo venerdì 4 gennaio, dopo il lungo stop per il Capodanno), le piazze cinesi si allineano al clima negativo innescato dalla revisione al ribasso dell'outlook da parte di Apple mercoledì (in relazione proprio alla frenata dell'economia di Pechino).

Piazze cinesi in negativo. Hang Seng in declino dello 0,26%

STM in forte calo dopo il warning di Apple

STMicroelectronics -5,4% in forte calo dopo il warning di Apple (-7,55% in after hours al NASDAQ).

STM in forte calo dopo il warning di Apple

Future Eurostoxx in calo per colpa di Apple

Il future Eurostoxx si scontra con la media a 10 giorni.

Future Eurostoxx in calo per colpa di Apple

Asia-Pacific in arretramento. Pesa revisione outlook Apple

Dopo un avvio d'anno positivo per Wall Street (migliore dei tre principali indici Usa il Nasdaq, apprezzatosi mercoledì dello 0,46%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è invece di generalizzato arretramento dopo che Tim Cook, chief executive di Apple, ha comunicato la revisione al ribasso da 89-93 a 84 miliardi di dollari della stima di ricavi per il primo trimestre dell'anno fiscale 2019.

Asia-Pacific in arretramento. Pesa revisione outlook Apple
apk