General Mills

RSS

General Mills, multinazionale del settore alimentare

General Mills è una società multinazionale americana, operante nel settore alimentare, per la produzione e la vendita di prodotti cerealicoli, snack, latticini e pasti pronti.
Il gruppo è presente in 15 paesi e ha distributori in oltre 100 nazioni.

Le origini di General Mills

Le origini del gruppo risalgono al 1856, quando General Mills, partendo con una dotazione di due mulini, rivoluziona l’industria molitoria tramite la produzione di farina con proprietà di cottura superiori. Robert Smith, dopo aver affittato i mulini che sfruttavano la potenza delle cascate lungo il fiume Mississippi, vende la società appena fondata a Cadwalleder C. Washburns, affiancato dal fratello William.

La società si espande in fretta e nel 1866 i fratelli costituiscono prima la società Washburn “B” Mill (adiacente alle cascate) e successivamente, nel 1874, la ancor più ampia Washburn “A” Mill (distrutta da un’esplosione nel 1878).
Nel 1877 la società inizia una partnership con John Crosby, formando la Washburn-Crosby Company. Nel medesimo anno viene invitato in Inghilterra William Hood Dunwoody per aprire il mercato del grano primaverile.

La ricostruzione societaria e l'innovazione

In quegli anni, incendi ed esplosioni mettono sotto pressione la società (che perde tra le fiamme risorse umane, materiali e stabilimenti). Dopo l'immediata ricostruzione dell’attività, l’azienda riprende ottimizzando i processi produttivi e, nel 1928, assume la denominazione di General Mills, dopo la fusione di Washburn-Crosby Company con altri 26 mulini.

Dal 1929 nei prodotti General Mills compaiono i coupon Betty Crocker, per la collezione di "punti" da raccogliere per lo sconto sulla gamma di articoli da casa presenti nel catalogo Betty Crocker (cedole e cataloghi sono stati sospesi dalla società nel 2006).

Nel 1941 General Mills diviene sponsor ufficiale del programma popolare radiofonico The Lone Ranger, giunto poco dopo su reti televisive; il rapporto di sponsor con questo si interromperà nel 1961.

Collaborazioni di General Mills e i nuovi prodotti

Nel 1965 la società si amplia all’industria del giocattolo, acquistando Arcobaleno Crafts, produttrice del celebre Play-Doh. Negli anni a seguire la società diventa rappresentante e sponsor di serie tv e programmi televisivi.

Nel 1971 General Mills lancia sul mercato “Monster Cereals”, dolciumi a base di cereali venduti in concomitanza con la festa di Halloween. Negli stessi anni la società entra nel settore della ristorazione attraverso l’acquisizione di ristoranti di livello e creando la divisione General Mills Restaurant (con sottodivisioni etniche interne, tra cui quella italiana, la Olive Garden, e quella cinese, Cina Costa).
Per un breve periodo la società si insinua anche nel settore vestiario, esperienza terminata poco dopo.

Dal 1976 al 1985 General Mills (tramite la Toy division) è coinvolta in una faccenda legale per il legame con la società madre Parker Brothers, accusata di plagio nel nome del gioco Monopoli; al termine della vicenda General Mills si staccherà da Kenner Parker.
Nel 1990 il gruppo costituisce una joint venture con Nestlé, per la commercializzazione di prodotti General Mills al di fuori degli Stati Uniti e del Canada, con il nome Nestlé.

General Mills oggi

Dal 2004, General Mills produce prodotti sempre più mirati alla crescente schiera di consumatori attenti alla salute: l’azienda modifica l’intera linea di cereali di grano per la colazione, preferendo quelli integrali. Riduce inoltre la quantità di zucchero nei prodotti per bambini, misura che sarà criticata dalla stampa, che accuserà General Mills di inserire nella ricetta ingredienti ugualmente nocivi (quali sciroppi).

General Mills ha raggiunto la posizione n°181 (nel 2012) nella lista Fortune 500 delle più grandi società americane ed è stata la terza più grande azienda alimentare di prodotti di consumo negli Stati Uniti.

Tra i brands più importanti del gruppo si annoverano: Betty Crocker, Bisquick, Cheerios, Frescarini, Macaroni Grill, Pillsbury, Trix, Wheatles e Yoplait.

I principali dati finanziari

General Mills ha la propria sede nel Minnesota, luogo della sua fondazione. E’ quotata alla Borsa di New York con il simbolo GIS (incluso nell’indice S&P 500) e conta una forza lavoro di circa 35.000 dipendenti.
Il gruppo ha chiuso l’esercizio inerente all’anno 2013 (25 maggio) con ricavi pari a 1,824 miliardi di dollari, in tendenziale parità con gli 1,855 miliardi ottenuti nel medesimo periodo del 2012.

Per maggiori informazioni: GENERAL MILLS



Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento







Borse frenate da varie incognite: cosa tenere d'occhio nel breve

Dopo le forti vendite di ieri i mercati azionari provano a risalire la china oggi, ma ci sono diversi temi caldi con cui fare i conti. I market movers delle prossime sedute.

Borse frenate da varie incognite: cosa tenere d'occhio nel breve

Wall Street con la barra a dritta, Trump e Kim come vecchi amici

Dow Jones, SunTrust dice 'Buy' su UnitedHealth. Nyse, takeover di Stryker Corporation su Boston Scientific? Settore beni di consumo in luce verde. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street con la barra a dritta, Trump e Kim come vecchi amici

Wall Street incassa dalla Fed con mestizia, Powell non fa sconti

La Federal Reserve alza i tassi di un quarto di punto. Nyse, FedEx Corporation in luce verde dopo la trimestrale. Azioni General Mills bersagliate dai venditori. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street incassa dalla Fed con mestizia, Powell non fa sconti

A Wall Street gli acquirenti si ritirano in attesa della Fed

Il primo dato macro di oggi ha deluso le attese e ora si guarda al prossimo aggiornamento prima del verdetto della Fed. Da seguire General Mills.

A Wall Street gli acquirenti si ritirano in attesa della Fed

Piazza Affari risale: possibili sorprese in attesa della Fed?

Il Ftse Mib si è riportato nuovamente a ridosso dell'ostacolo dei 22.800/22.900 punti, ma ora l'attenzione si sposta sulla Fed. Tutti i market movers di domani.

Piazza Affari risale: possibili sorprese in attesa della Fed?

Borse: il trend rialzista proseguirà. I market movers nel breve

L'azionario sta facendo i conti con un aumento della volatilità, ma gli analisti non prevedono l'avvio di una fase ribassista: gli storni sono occasioni per comprare. I driver delle prossime sedute.

Borse: il trend rialzista proseguirà. I market movers nel breve

Wall Street al cambio di marcia: Intel, HPE tra i protagonisti

Dow Jones, Intel sugli scudi. Azioni Hewlett Packard Enterprise in rally sul Big Board. Nasdaq, General Mills compra Blue Buffalo Pet Products.

Wall Street al cambio di marcia: Intel, HPE tra i protagonisti

Wall Street torna a salire: voto finale per la riforma fiscale

I futures sugli indici viaggiano in positivo in attesa dell'unico aggiornamento macro di oggi e di novità sulla riforma fiscale. Da seguire General Mills e Micron Technology.

Wall Street torna a salire: voto finale per la riforma fiscale

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

Piazza Affari ripiega, ma non troppo: si può ancora sperare?

Il Ftse Mib ha provato ad avvicinare l'area dei 22.500 punti salvo poi tornare verso il basso, mantenendosi però al di sopra dei supporti. I market movers di domani.

Piazza Affari ripiega, ma non troppo: si può ancora sperare?

Riforma fiscale Usa: ottava decisiva. I market movers in agenda

La settimana che inizia oggi sarà cruciale per la riforma fiscale voluta da Trump, ma si guarderà anche alla Catalogna dove si terranno le elezioni giovedì. Numerosi gli aggiornamenti macro e societari da seguire.

Riforma fiscale Usa: ottava decisiva. I market movers in agenda
apk