Moncler

RSS

Moncler, azienda tessile per l’abbigliamento invernale

Moncler è un'azienda tessile specializzata in abbigliamento invernale.


Grafico interattivo MIL:MONC offerto da TradingView

Moncler, azienda tessile per l’abbigliamento invernale

La società Moncler è una delle eccellenze mondiali del comparto abbigliamento (specifico per l’inverno).

Le origini di Moncler

Fondata nel 1952 dal francese René Ramillon (a Monestier de Clermont), la società inizia fin dal 1954 a produrre il capo che poi la contraddistinguerà nel corso degli anni: il piumino. In principio il gruppo si occupa di fabbricare sacchi a pelo imbottiti e tende con struttura telescopica per l’esterno (che incontravano particolare favore dal pubblico), includendo nella gamma di prodotti un solo capo d’abbigliamento: un tipo di mantella foderata con cappuccio.
Il nome Monclair non è di per sé parola di senso compiuto, ma deriva dall’unione del luogo d’origine e di fondazione della società: Mon-Cler, località vicina a Grenoble.

Il passaggio di produzione: dai sacchi a pelo ai piumini

La nascita dei piumini Moncler viene ricondotta al 1954, quando gli operai dell’azienda iniziano a patire il freddo dell’inverno. Tali piumini erano indossati in fabbrica al di sopra della tuta da lavoro. Fu il francese Lionel Terray (alpinista professionista conosciuto in tutto il mondo, nonché amico fidato di René Ramill) a capire la genialità e la potenzialità del prodotto utilizzato dai dipendenti come soluzione al problema pratico del freddo. L’accortezza di Terray nel cogliere l’innovazione del piumino da indossare, portò Moncler a creare la prima gamma specializzata di soprabiti imbottiti, prima per l’alta quota (con la linea Moncler pour Lionel Terray”) e in un secondo momento per la vita quotidiana.

La specificità dei piumini Moncler venne inoltre scelta come equipaggiamento ufficiale per una serie di spedizioni, tra cui la spedizione italiana del 1954 sul Karakorum, che portò alla conquista della seconda vetta più alta del mondo, il K2 (grazie ad Achille Compagnoni e Lino Lacedelli) e la spedizione francese del 1955 sulla cima del monte Makalu, appartenente alla catena dell’Himalaya.

I progetti di Moncler

Nel 1964 Moncler diventa fornitore ufficiale delle spedizioni in Alaska per Lionel Terray e, nel 1968, rifornisce la nazionale francese di sci alpino (con un doppio piumino) in occasione dei Giochi Olimpici Invernali di Grenoble. Da quel momento, Moncler cambia il proprio marchio distintivo, passando dal Monte Eguit, all’attuale galletto.
La stessa nazionale francese, soddisfatta delle proprie divise, incarica Moncler nel 1972 di produrre una nuova variante di piumino singolo più dinamico per la squadra di discesa libera. Moncler crea allora le due varianti "Huascaran" e "Nepal", specificamente pensate per gli sciatori.

Il crescente impatto del turismo da neve porta Moncler a incrementare il proprio giro d’affari per fama e profitti.
Dal 1980, la contaminazione con lo stile di Chantal Thomass, porta Moncler a colorare i propri capi di un’ampia gamma di sfumature accese, rinnovando il look classico del piumino.

Sviluppo ed acquisizioni recenti di Moncler

Nel 1992, Moncler diventa italiano, grazie all’acquisizione da parte della casa veneta Pepper Industries, che cederà il tutto alla società Finpart prima e all’attuale Presidente e Direttore creativo Remo Ruffini poi (nel 2003).
Nel 2008 il gruppo Carlyle acquista una quota di Moncler del 48%, lasciando a Ruffini il 38%.
Nel 2011 il fondo francese Eurazeo diviene primo azionista del gruppo col 45% di partecipazione. Al secondo posto rimane Ruffini con una quota scesa al 32%, mentre il Carlyle passa dal 48% al 17,8%.
Nel 2013 Moncler viene quotata alla Borsa di Milano, entrando a far parte dei maggiori titoli quotati facenti parte del settore del lusso; nel marzo 2014 il gruppo viene inserito nel segmento FTSE MIB.

I principali dati finanziari

Il gruppo Moncler ha sede in Via Enrico Stendhal 47, a Milano, e rappresenta una delle maggiori realtà italiane attiva nel settore tessile. La società è quotata su Borsa Italiana dal 16 dicembre 2013, con il simbolo MONC, dopo un IPO iniziale con prezzo a 10,2 euro per azione ed una domanda 31 volte superiore all’offerta.

Per maggiori informazioni: MONCLER

Nome società MONCLER
Paese Italia
Mercato FTSE MIB
Settore MODA PRODOTTI PER LA CASA E PER LA PERSONA
Codice Alfa MONC
Codice Isin IT0004965148
Codice Reuters MONC.MI
Sito web società Link
Telefono +3902422041
Fax +390242204061
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società Via Stendhal 47 20144 Milano (MIV
Società revisione KPMG
Azioni in circolazione 254.230.749
Capitale Sociale 50.000.000
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale € 0
Data di collocamento 16/12/2013
Prezzo di collocamento € 10.20
Ultimo dividendo € 0.2800
Tipo dividendo Ordinario
Data pagamento 23/05/2018
Ultima raccomandazione 02/07/2018
Emittente BANK OF AMERICA
Raccomandazione Buy
Target Price € 50.00
Andamento rating
 
Ruffini Remo
Galateri Di Genola E Suniglia Gabriele
Morgon Virginie Sarah Sandrine
De Benedetti Marco Edoardo Diego
Buongiovanni Sergio
Alessandri Nerio
Moriani Diva
Phair - Kooij Stephanie
Pianaroli Guido
Santel Luciano
Carretero Torres Juan Carlos
Valenti Mario
Banfi Lorenzo
Suffriti Antonella
Losi Riccardo
Albizzati Federica
Ruffini Partecipazioni Srl 26.75 %
Eurazeo Sa 4.77 %
31/12/2017 Variaz. % 31/12/2016
TOTALE RICAVI 1.193,70 14,75% 1.040,30
MARGINE OPERATIVO LORDO (EBITDA) 388,10 14,38% 339,30
MARGINE OPERATIVO NETTO (EBIT) 340,80 14,52% 297,60
RISULTATO ANTE IMPOSTE 335,70 14,57% 293,00
RISULTATO NETTO 249,70 27,20% 196,30
POSIZIONE FINANZIARIA NETTA -304,90 188,19% -105,80
PATRIMONIO NETTO 923,50 31,27% 703,50
CAPITALE INVESTITO 618,50 2,57% 603,00
Ultimo Aggiornamento: 17/07/2018

Ftse Mib: il paniere dei titoli nel mirino degli analisti

La chiusura della scorsa settimana è stata caratterizzata da un rialzo frazionale per il Ftse Mib che rappresenta pur sempre un risultato positivo. Ma come sottolinea Stefano Masa Head of QuantInvest® Research & Analysis Department, per l’ottava alle porte, il paniere dei titoli oggetto di analisi si caratterizza per i beta particolarmente elevati. I particolari.

Ftse Mib: il paniere dei titoli nel mirino degli analisti







Ancora repentini cambi di fronte nel breve. I titoli sotto esame

Il Ftse Mib dai minimi dell'anno si è riportato sul lato opposto del cambio di battaglia: cosa aspettarsi nel breve e a quali titoli guardare secondo Enrico Malverti.

Ancora repentini cambi di fronte nel breve. I titoli sotto esame

Piazza Affari in rosso su timori guerra dazi USA-Cina. FTSE MIB -1,56%

Piazza Affari in rosso su timori guerra dazi USA-Cina.

Piazza Affari in rosso su timori guerra dazi USA-Cina. FTSE MIB -1,56%

Vendite sul lusso italiano

Vendite sul lusso in scia all'andamento negativo di Burberry che a Londra cede oltre 4,5 punti percentuali.

Vendite sul lusso italiano

Borsa italiana in netto calo con ipotesi nuovi dazi USA contro Cina. FTSE MIB -1,40%

Borsa italiana in netto calo con ipotesi nuovi dazi USA contro Cina.

Borsa italiana in netto calo con ipotesi nuovi dazi USA contro Cina. FTSE MIB -1,40%

Trump minaccia altri dazi contro Cina, i titoli più in difficoltà

In difficoltà i titoli maggiormente esposti al rischio di inasprimento delle condizioni per il commercio internazionale dopo l'ultima sparata dell'amministrazione Trump: possibile l'istituzione di dazi pari al 10% su beni importati dalla Cina per 200 miliardi di dollari.

Trump minaccia altri dazi contro Cina, i titoli più in difficoltà

Borse: ulteriori rialzi fino a fine mese. I titoli da cavalcare

Per i mercati UE sembra partito un nuovo ciclo intermedio sui minimi del 27 giugno: i target attesi per il Ftse Mib e le blue chips da valutare secondo Eugenio Sartorelli.

Borse: ulteriori rialzi fino a fine mese. I titoli da cavalcare

Il mercato proseguirà al rialzo nel breve? Titoli da monitorare

Piazza Affari si trova al momento in terra di nessuno, ma segnali interessanti arriverebbero oltre delle soglie di prezzo ben precise. L'analisi di Roberto Scudeletti.

Il mercato proseguirà al rialzo nel breve? Titoli da monitorare

Borse inchiodate: focus su tensioni commerciali e dati macro Usa

A Piazza Affari spicca UnipolSai, ma si mette in evidenza anche Mediaset. A due velocità le banche, storna Fca dopo la corsa della vigilia.

Borse inchiodate: focus su tensioni commerciali e dati macro Usa

Borse: accelera il comparto automobilistico

Vola il comparto automobilistico in tutta Europa e Fiat vola. Rimbalza anche Stm. Molto bene Banco BPM. . Male il lusso.

Borse: accelera il comparto automobilistico

Piazza Affari in ascesa, brillano FCA e Juventus. FTSE MIB +1,05%

Piazza Affari in ascesa, brillano FCA e Juventus.

Piazza Affari in ascesa, brillano FCA e Juventus. FTSE MIB +1,05%

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

Alle 15.50 il listino milanese vantava un +0,95% in linea con il trend europeo che vedeva il Dax sullo stesso livello e solo poco più dietro il Cac40 a +0,83% e il Ftse 100 a 0,4%.

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata
apk