Morgan Stanley

RSS

Morgan Stanley, banca d'affari americana

Morgan Stanley è uno dei principali istituti di credito americani. La banca opera principalmente nei comparti del Sales & Trading e dell'Investment banking. L'istituto bancario offre una vasta gamma di servizi finanziari, che spaziando dall'intermediazione di titoli, servizi di credito, a quelli di asset management.

Le origini della Morgan Stanley

Le origini dell'istituto finanziario ci riportano nella New York del 1935, quando Harold Stanley (1885 - 1963) ed Henry S. Morgan (1900 - 1982), ex dipendenti della banca J.P. Morgan e Co., assieme ad alcuni dipendenti della società di brokeraggio Dean Witter, costituirono la Morgan Stanley.

La società nacque in seguito alla legge bancaria Glass-Steagall Act del 1933. Questa imponeva la separazione delle banche d'investimento da quelle di depositi. La banca J.P. Morgan optò di operare come banca commerciale, settore considerato più remunerativo. Questa scelta spinse alcuni partner, tra cui Morgan e Stanley ad abbandonare la banca per mettersi in proprio.

La crescita

Nell'arco dei decenni successivi la banca d'investimento si sviluppò ed ampliò grazie al lungo processo di acquisizioni, consolidando la propria presenza a livello globale. Tra i suoi principali clienti vanno annoverati i giganti dell'industria americana, come i colossi del petrolio Shell, Standard Oil e Mobil ed altri.

Morgan Stanley in Italia

Dal 1989 la Morgan e Stanley è presente anche in Italia, dave ha aperto i suoi uffici di rappresentanza inizialmente a Milano ed a Roma.

L'ingresso nell'azionariato del fondo sovrano cinese

Nel 2007 in seguito alla crisi finanziaria relativa all'insolvenza dei mutui subprime, che ha colpito le grandi banche internazionali, la Morgan e Stanley ha ceduto il 10% del capitale sociale al governo cinese, attraverso il fondo d'investimento China Investment Corporation. L'operazione si è conclusa per la somma pari a 5 miliardi di dollari.

Dal 2008 la Morgan Stanley è diventata un gruppo bancario. L'istituto finanziario si occupa anche della raccolta di depositi di risparmio, previa supervisione da parte della della Federal Deposit Insurance Corporation e della Federal Reserve Bank.

I principali dati economici e finanziari di Morgan Stanley

La holding bancaria ha la propria sede principale negli Stati Uniti a New York. Il gruppo è presente a livello internazionale, con filiali ed uffici di rappresentanza. La forza lavoro è composta da circa 55.794 dipendenti, dislocati nelle varie località.

Morgan Stanley è quotata alla Borsa di New York, nel segmento S&P 500 Component, con il simbolo MS.

Il colosso degli investimenti finanziari, guidato dal manager James Gorman (amministratore delegato) ha chiuso l'esercizio fiscale relativo all'anno 2013, con un fatturato pari a 32,4 miliardi di dollari, in netto aumento, rispetto all'esercizio precedente, conclusosi con ricavi per 26,1 miliardi di dollari.

Per maggiori informazioni: MORGAN STANLEY



Wall Street: azioni Apple snobbate, ma potrebbe essere un errore

Morgan Stanley alza il target price su Apple e mantiene BUY. Divisione servizi Cupertino, scenario positivo per margini e tasso di crescita. Ecco inoltre perché la metrica Apple sul numero dei dispositivi venduti rischia di essere fuorviante.

Wall Street: azioni Apple snobbate, ma potrebbe essere un errore







Wall Street riaccende i motori del rialzo: focus su trimestrali

Il mercato mostra un'intonazione positiva in attesa dei dati macro di oggi e intanto guarda con favore alle ultime notizie arrivate dal fronte societario.

Wall Street riaccende i motori del rialzo: focus su trimestrali

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

Borse: diversi focolai da monitorare. A cosa fare attenzione ora

La settimana dei mercati sarà scandita da diversi temi caldi da tenere sotto controllo, con un occhio particolare rivolto all'Italia. Cosa seguire con più attenzione nelle prossime sedute.

Borse: diversi focolai da monitorare. A cosa fare attenzione ora

Piazza Affari si conferma molto debole: ancora giù nel breve?

Il Ftse Mib ha aggiornato nell'intraday i minimi dell'anno per poi dare vita ad una reazione piuttosto fiacca. I market movers di domani.

Piazza Affari si conferma molto debole: ancora giù nel breve?

Piazza Affari al ballo con WallStreet: orsi, tori tutti in pista

Ribassi? Forse! Rialzi? Speriamo! Ma, prima di tutto, sarà con ogni probabilità il saliscendi, anche repentino ed improvviso, a governare questa nuova ottava a Piazza Affari ed a Wall Street. Vediamo allora come e perché.

Piazza Affari al ballo con WallStreet: orsi, tori tutti in pista

Morgan Stanley: siamo all'inizio di una nuova fase. I titoli hot

Wall Street trema, l'Europa guarda con timore all'approssimarsi di uno scontro tra Italia e Bruxelles, il tutto mentre le banche centrali stanno dando vita ad un complesso ed insidioso processo di normalizzazione delle politiche monetarie.

Morgan Stanley: siamo all'inizio di una nuova fase. I titoli hot

Piazza Affari titoli bancari: focus, raccomandazioni a 360 gradi

Titoli bancari a caccia di un difficile recupero, non si sono ancora ripresi dallo choc del 28/9. E di certo i numeri ballerini della manovra, tra conferme e smentite, non aiutano.

Piazza Affari titoli bancari: focus, raccomandazioni a 360 gradi

L'agenda del trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Borse in calo, ieri, anche se sono stati evitati i minimi intraday.

L'agenda del trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Wall Street debole con focus su Cina-Usa. I titoli da seguire

Il mercato torna alla cautela dopo lo spunto positivo di ieri quando è rimasto indietro solo il Nasdaq Composite. Sotto la lente PepsiCo dopo i conti, ma si guarda anche ad altri titoli.

Wall Street debole con focus su Cina-Usa. I titoli da seguire

Bancari italiani nel mirino degli analisti: i nuovi target price

Continua l'incertezza a Piazza Affari: i rating degli analisti.

Bancari italiani nel mirino degli analisti: i nuovi target price

Wall Street: rally fine anno, nuovi target a un tiro di schioppo

Rally S&P 500 tra Federal Reserve e trimestrali Q3 2018 settore bancario: i 3.000 punti sono a un tiro di schioppo, ma da qui a fine anno tutto può ancora succedere.

Wall Street: rally fine anno, nuovi target a un tiro di schioppo
apk