Morgan Stanley

Morgan Stanley, banca d'affari americana

Morgan Stanley è uno dei principali istituti di credito americani. La banca opera principalmente nei comparti del Sales & Trading e dell'Investment banking. L'istituto bancario offre una vasta gamma di servizi finanziari, che spaziando dall'intermediazione di titoli, servizi di credito, a quelli di asset management.

Le origini della Morgan Stanley

Le origini dell'istituto finanziario ci riportano nella New York del 1935, quando Harold Stanley (1885 - 1963) ed Henry S. Morgan (1900 - 1982), ex dipendenti della banca J.P. Morgan e Co., assieme ad alcuni dipendenti della società di brokeraggio Dean Witter, costituirono la Morgan Stanley.

La società nacque in seguito alla legge bancaria Glass-Steagall Act del 1933. Questa imponeva la separazione delle banche d'investimento da quelle di depositi. La banca J.P. Morgan optò di operare come banca commerciale, settore considerato più remunerativo. Questa scelta spinse alcuni partner, tra cui Morgan e Stanley ad abbandonare la banca per mettersi in proprio.

La crescita

Nell'arco dei decenni successivi la banca d'investimento si sviluppò ed ampliò grazie al lungo processo di acquisizioni, consolidando la propria presenza a livello globale. Tra i suoi principali clienti vanno annoverati i giganti dell'industria americana, come i colossi del petrolio Shell, Standard Oil e Mobil ed altri.

Morgan Stanley in Italia

Dal 1989 la Morgan e Stanley è presente anche in Italia, dave ha aperto i suoi uffici di rappresentanza inizialmente a Milano ed a Roma.

L'ingresso nell'azionariato del fondo sovrano cinese

Nel 2007 in seguito alla crisi finanziaria relativa all'insolvenza dei mutui subprime, che ha colpito le grandi banche internazionali, la Morgan e Stanley ha ceduto il 10% del capitale sociale al governo cinese, attraverso il fondo d'investimento China Investment Corporation. L'operazione si è conclusa per la somma pari a 5 miliardi di dollari.

Dal 2008 la Morgan Stanley è diventata un gruppo bancario. L'istituto finanziario si occupa anche della raccolta di depositi di risparmio, previa supervisione da parte della della Federal Deposit Insurance Corporation e della Federal Reserve Bank.

I principali dati economici e finanziari di Morgan Stanley

La holding bancaria ha la propria sede principale negli Stati Uniti a New York. Il gruppo è presente a livello internazionale, con filiali ed uffici di rappresentanza. La forza lavoro è composta da circa 55.794 dipendenti, dislocati nelle varie località.

Morgan Stanley è quotata alla Borsa di New York, nel segmento S&P 500 Component, con il simbolo MS.

Il colosso degli investimenti finanziari, guidato dal manager James Gorman (amministratore delegato) ha chiuso l'esercizio fiscale relativo all'anno 2013, con un fatturato pari a 32,4 miliardi di dollari, in netto aumento, rispetto all'esercizio precedente, conclusosi con ricavi per 26,1 miliardi di dollari.

Per maggiori informazioni: MORGAN STANLEY



Wall Street e la via maestra, dalle utilities il buon esempio?

Wall Street e l'ultima sessione di scambi della settimana, ecco cosa è successo oggi sulla piazza azionaria americana tra dati trimestrali, upgrade e downgrade,

Wall Street e la via maestra, dalle utilities il buon esempio?

I 4 motivi per cui Goldman Sachs tifa "Emergenti"

Torna l'ottimismo per i paesi emergenti. Dopo la quarantena cui sono stati sottoposti negli ultimi tempi, i numeri sembrano ridare una ragion d'essere alle economie di queste nazioni, una volta la più grande promessa per l'economia mondiale.

I 4 motivi per cui Goldman Sachs tifa "Emergenti"

Forti dubbi delle banche d'affari sul futuro del petrolio

Chiunque si aspetti un accordo alla riunione dell'Opec prevista tra il 24 e il 26 settembre in Algeria, accordo che preveda il blocco della produzione di petrolio, resterà inesorabilmente deluso.

Forti dubbi delle banche d'affari sul futuro del petrolio

Per Goldman la ripresa del petrolio resta fragile

Lasciate ogni speranza voi che entrate… nel mercato del petrolio. I rialzi dei giorni scorsi erano solo l'ennesimo fuoco di paglia che si è poi spento facendo scendere le quotazioni del greggio al di sotto dei 50 dollari al barile.

Per Goldman la ripresa del petrolio resta fragile

Apple: conti non ottimi ma piacciono. I rating degli analisti

Per Apple, come per tutti, è arrivato ieri il momento di sollevare il velo sui conti dell'ultimo trimestre fiscale 2016.

Apple: conti non ottimi ma piacciono. I rating degli analisti

Wall Street sale con il sostegno delle trimestrali

Per oggi non sono previsti dati macro di rilievo e così gli investitori focalizzano l'attenzione sulle trimestrali societarie. Ecco le ultime arrivate.

Wall Street sale con il sostegno delle trimestrali

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

Piazza Affari difende i supporti e si prepara a risalire

Il Ftse Mib si è mantenuto al di sopra di area 16.500, mantenendo intatte le possibilità di nuovi recuperi nel breve. I market movers della prossima seduta.

Piazza Affari difende i supporti e si prepara a risalire

BoE e sterlina, oggi protagoniste. Le previsioni degli analisti

Archiviata la paura da Brexit, i mercati guardano ancora all'Inghilterra ma questa volta con un occhio meno nervoso, soprattutto sulla sterlina e sull'intervento che oggi arriverà dalla Bank of England.

BoE e sterlina, oggi protagoniste. Le previsioni degli analisti

Buy&Sell: promossi e bocciati dagli analisti

Nonostante il sell in may and go away (o forse proprio per quello... ), il mercato statunitense ha raggiunto nuovi massimi.

Buy&Sell: promossi e bocciati dagli analisti

Record storici in Usa. Cosa aspettarsi dalla earnings season?

L'S&P500 arriva a toccare livelli mai raggiunti prima proprio nel giorno in cui parte la nuova stagione degli utili societari. Le attese sono molto prudenti e il focus è sui bancari: l'andamento dei mercati sarà ribaltato?

Record storici in Usa. Cosa aspettarsi dalla earnings season?

Morgan Stanley: ecco chi vince se Londra resta in Europa

Le Borse aprono fiduciose del fatto che la Gran Bretagna non lascerà l'Europa. Ormai i sondaggi sembra che abbiano delineato un vantaggio dei fioleuropeisti.

Morgan Stanley: ecco chi vince se Londra resta in Europa

Ftse Mib: mattinata negativa. Report Morgan Stanley su Unicredit

Non parte bene la mattinata a Piazza Affari con il listino milanese a -0,8% a mezzogiorno insieme al resto delle piazze europee anche loro in trend negativo con Londra e Parigi entrambe appollaiate su -0,9% e il Dax di Francoforte a -1,28%.

Ftse Mib: mattinata negativa. Report Morgan Stanley su Unicredit

La svolta "impensabile" di Goldman Sachs

Goldman Sachs e la svolta populista. Questa forse, l’intenzione dei vertici della più discussa banca del mondo.

La svolta "impensabile" di Goldman Sachs

Wall Street accoglie la nuova ottava nel segno della cautela

Per oggi è previsto un solo dato macro in agenda mezz'ora dopo l'avvio degli scambi. Da seguire Morgan Stanley e PepsiCo.

Wall Street accoglie la nuova ottava nel segno della cautela

Piazza Affari ritrova smalto con le banche: per quanto ancora?

Bella la reazione del Ftse Mib nell'ultima settimana, ma ancora insufficiente per decretare una ripresa solida e duratura. I titoli e i temi da seguire in avvio di settimana.

Piazza Affari ritrova smalto con le banche: per quanto ancora?
apk