Snam

RSS

Snam, per la costruzione di metanodotti e la distribuzione di gas

Snam S.p.A. è la società nata a seguito del passaggio del 2012, quando la vecchia Snam Rete Gas ha ripreso il proprio originario nome, acronimo di Società Nazionale Metanodotti. In tale occasione Snam modifica il proprio logo, lasciando il cane a sei zampe della controllante ENI e adottando un nuovo marchio ispirato allo storico degli anni ’40. Il colore blu, scelto come sfondo, richiama l’idea naturale del gas metano, mentre il grigio chiaro sottolinea l’elemento fisico delle infrastrutture (in tubi di metallo di differente lunghezza) e della tecnologia utilizzata per la loro realizzazione.

Le origini di Snam

Il gruppo, con sede a San Donato Milanese ed attivo nel settore della costruzione di metanodotti e distribuzione di gas, nasce nell’ottobre del 1941 dietro al nome di Ente Nazionale Metanodotti (partecipata dal’Ente Nazionale Metano - Agip, da Regie Terme di Salsomaggiore e da SURGI - Società Anonima Utilizzazione e Ricerca Gas Idrocarburi).

Nel 1956 viene costituita Snamprogetti, società onshore per la realizzazione di impianti su terra ferma. Nel 1957 Snam Montaggi incorpora SAIP, creando la società Saipem; nel 2006 Saipem acquisisce tramite ENI la totalità di Snamprogetti.
Nel 2001, a seguito della liberalizzazione europea del mercato del gas, Snam scorpora le attività creando la Snam Rete Gas. Nel 2002 il titolo fa ingresso in Borsa nell’indice S&P/MIB.

Gli sviluppi recenti di Snam

Nel febbraio 2009 Snam Rete Gas acquisisce da Eni Italgas S.p.A. (a 3,07 miliardi di euro); nel medesimo anno acquisisce anche la totalità di Stoccaggi Gas Italia S.p.A.. Attività, queste, finanziate tramite un aumento di capitale da 3,5 miliardi e da un prestito da 1,5 miliardi (operazioni chiuse nel luglio 2009).
Il progetto strategico espansivo aveva portato allora Snam a gestire circa 31 mila km di rete di trasporto, 58 mila km di rete distributiva e 14 miliardi di metri cubi di capacità di stoccaggio. Nel 2012, con il cambio della denominazione, si crea la nuova società Snam Rete Gas S.p.A., che, recependo le direttive europee, riceve in gestione da Snam il business del trasporto.

Attualmente la composizione delle controllate di Snam, presieduta da Lorenzo Bini Smaghi ed amministrata da Carlo Malacarne si articola in:
- Snam Rete Gas S.p.A., per il trasporto del gas naturale;
- Gnl Italia S.p.A., maggior operatore italiano nella rigassificazione del gas naturale:
- STOGIT S:p.A., per lo stoccaggio del gas;
- Italgas S.p.A., per la distribuzione del gas.

A livello di azionariato, il gruppo si divide tra i principali azionisti di riferimento: CDP Reti S.r.l. ed ENI, rispettivamente detentori del 30% e del 8,54%. Il 51% del gruppo è in mano a investitori istituzionali, mentre ai retail spetta il 9,56%.

Per maggiori informazioni: SNAM


Borsa italiana, perdite annullate nel finale: FTSE MIB -0,04%

Borsa italiana, perdite annullate nel finale: FTSE MIB -0,04%.

Borsa italiana, perdite annullate nel finale: FTSE MIB -0,04%

Piazza Affari senza bussola a fine anno: cosa tradare nel breve

Sul grafico giornaliero del Ftse Mib è evidente un movimento laterale di brevissimo tra due livelli chiave: le attese per le prossime sedute e i titoli su cui operare secondo Roberto Scudeletti.

Piazza Affari senza bussola a fine anno: cosa tradare nel breve

Utility in calo a Milano

Sottotono il comparto delle società dei servizi al cittadino a metà seduta: l'indice di settore Ftse Italia All Share Utilities cede lo 0,81 per cento.

Utility in calo a Milano

Borsa italiana in flessione con YNAP ed Enel: FTSE MIB -0,52%

Borsa italiana in flessione con YNAP ed Enel: FTSE MIB -0,52%.

Borsa italiana in flessione con YNAP ed Enel: FTSE MIB -0,52%

Giornata difficile per le utility

Giornata difficile per le utility che subiscono il rialzo dei rendimenti eurozona.

Giornata difficile per le utility

Utilities bersaglio dei venditori, ma c'è qualche occasione buy

Utilities sotto pressione sul Ftse Mib. Le nuove strategie degli analisti sui titoli del settore.

Utilities bersaglio dei venditori, ma c'è qualche occasione buy

Terna sottotono, per Credit Suisse è underperform

Seduta difficile anche per Terna a Piazza Affari: il titolo della società che gestisce la rete elettrica nazionale segna un ribasso dell'1,37% e si riporta a 5,05 euro nel contesto di un Ftse Italia All Share Utilities in calo dell'1,31 per cento.

Terna sottotono, per Credit Suisse è underperform

Borse deboli: non aiuta il deludente IFO. Saipem brilla a Milano

Sul mercato domestico arretrano le utilities finite sotto la lente del Credit Suisse, in positivo i bancari tranne Unicredit e Intesa Sanpaolo.

Borse deboli: non aiuta il deludente IFO. Saipem brilla a Milano

Snam in verde con Credit Suisse

Positiva Snam (+0,7% a 4,17 euro), ma sotto i massimi di inizio seduta, grazie al report di Credit Suisse: giudizio migliorato da neutral a outperform con target incrementato da 4,20 a 4,60 euro.

Snam in verde con Credit Suisse

Borsa italiana poco sopra la parità: FTSE MIB +0,09%

Borsa italiana poco sopra la parità: FTSE MIB +0,09%.

Borsa italiana poco sopra la parità: FTSE MIB +0,09%

I buy di oggi da Autogrill a Snam

Per Banca Akros è accumulate su Ferrari (prezzo obbiettivo 112.50 euro) che inizierà a produrre motori V12 a due cambi.

I buy di oggi da Autogrill a Snam

L'agenda del trader: strategie per le prossime 24 ore

Seduta contrastata quella di venerdì scorso per le Borse europee che hanno chiuso in direzioni diverse.

L'agenda del trader: strategie per le prossime 24 ore

Piazza Affari: non c'è due senza tre. Il ribasso prosegue

I bancari hanno vissuto un'altra seduta in flessione, mentre si è distino in positivo Poste Italiane con un rally di oltre il 4%, Affonda Ferragamo.

Piazza Affari: non c'è due senza tre. Il ribasso prosegue
apk