Snam

RSS

Snam, per la costruzione di metanodotti e la distribuzione di gas

Snam S.p.A. è la società nata a seguito del passaggio del 2012, quando la vecchia Snam Rete Gas ha ripreso il proprio originario nome, acronimo di Società Nazionale Metanodotti. In tale occasione Snam modifica il proprio logo, lasciando il cane a sei zampe della controllante ENI e adottando un nuovo marchio ispirato allo storico degli anni ’40. Il colore blu, scelto come sfondo, richiama l’idea naturale del gas metano, mentre il grigio chiaro sottolinea l’elemento fisico delle infrastrutture (in tubi di metallo di differente lunghezza) e della tecnologia utilizzata per la loro realizzazione.

Le origini di Snam

Il gruppo, con sede a San Donato Milanese ed attivo nel settore della costruzione di metanodotti e distribuzione di gas, nasce nell’ottobre del 1941 dietro al nome di Ente Nazionale Metanodotti (partecipata dal’Ente Nazionale Metano - Agip, da Regie Terme di Salsomaggiore e da SURGI - Società Anonima Utilizzazione e Ricerca Gas Idrocarburi).

Nel 1956 viene costituita Snamprogetti, società onshore per la realizzazione di impianti su terra ferma. Nel 1957 Snam Montaggi incorpora SAIP, creando la società Saipem; nel 2006 Saipem acquisisce tramite ENI la totalità di Snamprogetti.
Nel 2001, a seguito della liberalizzazione europea del mercato del gas, Snam scorpora le attività creando la Snam Rete Gas. Nel 2002 il titolo fa ingresso in Borsa nell’indice S&P/MIB.

Gli sviluppi recenti di Snam

Nel febbraio 2009 Snam Rete Gas acquisisce da Eni Italgas S.p.A. (a 3,07 miliardi di euro); nel medesimo anno acquisisce anche la totalità di Stoccaggi Gas Italia S.p.A.. Attività, queste, finanziate tramite un aumento di capitale da 3,5 miliardi e da un prestito da 1,5 miliardi (operazioni chiuse nel luglio 2009).
Il progetto strategico espansivo aveva portato allora Snam a gestire circa 31 mila km di rete di trasporto, 58 mila km di rete distributiva e 14 miliardi di metri cubi di capacità di stoccaggio. Nel 2012, con il cambio della denominazione, si crea la nuova società Snam Rete Gas S.p.A., che, recependo le direttive europee, riceve in gestione da Snam il business del trasporto.

Attualmente la composizione delle controllate di Snam, presieduta da Lorenzo Bini Smaghi ed amministrata da Carlo Malacarne si articola in:
- Snam Rete Gas S.p.A., per il trasporto del gas naturale;
- Gnl Italia S.p.A., maggior operatore italiano nella rigassificazione del gas naturale:
- STOGIT S:p.A., per lo stoccaggio del gas;
- Italgas S.p.A., per la distribuzione del gas.

A livello di azionariato, il gruppo si divide tra i principali azionisti di riferimento: CDP Reti S.r.l. ed ENI, rispettivamente detentori del 30% e del 8,54%. Il 51% del gruppo è in mano a investitori istituzionali, mentre ai retail spetta il 9,56%.

Per maggiori informazioni: SNAM



Borse: tanti ostacoli nel breve. I driver da tenere d'occhio

La settimana in corso sarà particolarmente impegnativa per i mercati azionari che dovranno confrontarsi con numerosi appuntamenti sul fronte macro e societario: focus su Fed e BoE.

Borse: tanti ostacoli nel breve. I driver da tenere d'occhio

Piazza Affari poco mossa: vendite su STM, bene FCA e Saipem. FTSE MIB -0,06%

Piazza Affari poco mossa: vendite su STM, bene FCA e Saipem.

Piazza Affari poco mossa: vendite su STM, bene FCA e Saipem. FTSE MIB -0,06%

Snam, prossima resistenza a 3,73 euro

Snam sta battagliando da alcune sedute con la resistenza offerta a 3,73 euro dal 50% di ritracciamento del ribasso dai massimi di maggio.

Snam, prossima resistenza a 3,73 euro

Snam punta sulla mobilità sostenibile: nasce la nuova Cubogas

Snam, attraverso la società di nuova costituzione Cubogas s.

Snam punta sulla mobilità sostenibile: nasce la nuova Cubogas

Torna il sereno sui mercati borsistici

Sentiment estremamente positivo sulle Borse di tutto il mondo. A Piazza Affari svetta Stm davanti a Cnh, poi le Banche (nonostante Carige). In fondo le utilities.

Torna il sereno sui mercati borsistici

Utility ancora in rosso a Milano

Ancora in rosso il comparto delle società dei servizi al cittadino in prossimità del termine della seduta.

Utility ancora in rosso a Milano

Snam sottotono, all'attenzione ancora il dossier TAP

In calo e in controtendenza il titolo di Snam che cede a Piazza Affari lo 0,33% e si riporta a 3,657 euro.

Snam sottotono, all'attenzione ancora il dossier TAP

La solita Wall Street risolve tutto

Campari oltre ogni limite, gran balzo di Recordati, molto bene Luxottica. Male il comparto del risparmio gestito, ma sul fondo troviamo ancora Buzzi Unicem.

La solita Wall Street risolve tutto

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

Europa in rosso oggi con le pressioni internazionali che hanno contribuito ad appesantire una situazione già particolarmente delicata, soprattutto sul fronte statunitense.

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

LU-VE punta a Georgia e Azerbaijan

Nell'ambito del piano di sviluppo internazionale in aree strategiche, LU-VE, multinazionale varesina leader nel settore degli scambiatori di calore, porta avanti il suo progetto di espansione sulla "Via della Seta", in particolare in Georgia e Azerbaijan, snodi centrali nel commercio tra Asia ed Europa e mercati con forti potenzialità di sviluppo nel settore dell'agroindustria, dell'oil&gas e della logistica.

LU-VE punta a Georgia e Azerbaijan

Snam, siglati gli accordi per l'acquisto del 66% di DESFA

Il consorzio europeo composto da Snam (60%), Enagàs (20%) e Fluxys (20%) ha sottoscritto in data odierna ad Atene gli accordi con l'Agenzia greca per le privatizzazioni HRADF e con Hellenic Petroleum per l'acquisizione di una quota del 66% di DESFA, l'operatore nazionale nel settore delle infrastrutture del gas naturale.

Snam, siglati gli accordi per l'acquisto del 66% di DESFA

Snam, Moavero conferma impegni sul TAP

Sopra il riferimento anche Snam a Piazza Affari a metà seduta: l'azione della società che gestisce la rete nazionale del gas segna un rialzo dello 0,38% e si riporta a 3,65 euro.

Snam, Moavero conferma impegni sul TAP

Buone prospettive per le utilities: i titoli buy e sell

I titoli del comparto oggi si muovono in maniera contrastata e intanto gli analisti di alcune banche d'affari accendono un faro sul settore. Le azioni su cui puntare e quelle da evitare nel breve.

Buone prospettive per le utilities: i titoli buy e sell

Fitch conferma il rating di CDP RETI a BBB. Outlook stabile

CDP RETI comunica che, in data odierna, l'agenzia di rating Fitch Ratings ha confermato il rating di lungo termine e il rating del debito senior non garantito di CDP RETI a BBB.

Fitch conferma il rating di CDP RETI a BBB. Outlook stabile

Sotto la lente dell'analisi tecnica

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani.

Sotto la lente dell'analisi tecnica

Il Punto sui Mercati

Piazza Affari in moderato rialzo in attesa dell'avvio della nuova stagione delle trimestrali Usa (JP Morgan, Wells Fargo e Citigroup).

Il Punto sui Mercati
apk