STMicroelectronics

RSS

STMicroelectronics, società di componenti microelettronici

STMicroelectronics N.V. è una azienda italo-francese con sede a Ginevra (Svizzera), per la produzione di componenti elettronici a semiconduttore.


Grafico interattivo MIL:STM offerto da TradingView

STMicroelectronics, società di componenti microelettronici

La società italo-francese STMicroelectronics N.V. (acronimo di Naamloze Vennootschap, tipologia di public company o società di capitali di origine tedesca, estesa sul territorio olandese e belga) è attiva in materia di componenti elettronici a semiconduttore.

Le origini di STMicroelectronics

Le origini della società risalgono al 1987, quando Società Generale Semiconduttori (SGS), operativa nell’ambito della microelettronica e fondata da Roberto Olivetti e Virgilio Floriani nel 1957, acquisisce le due aziende ATES e STET negli anni ’70. In seguito, cambia la denominazione della società, che diviene in un primo momento SGS-Thomson Microelectonics (dopo l’acquisizione della divisione francese di semiconduttori Thomson), assumendo poi il nome definitivo, STMicroelectronics nel 1998, quando Thomson esce dall’azionariato.

La storia di SGS parte nel 1972, quando il gruppo Società Generali Semiconduttori si fonde con un’altra realtà del settore: la ATES (Aziende Tecniche Elettroniche del Sud) fondata nel 1959.

Il gruppo Thomson ha invece origini nel 1982, a seguito della fusione di una pluralità di società; tra queste si annoverano: la francese produttrice di semiconduttori Thomson, la statunitense Mostek, la joint-venture Eurotechnique, Silec, EFCIS e SESCOSEM.

L’attività di ST e l’impatto ambientale

STMicroelectronics è uno dei più grandi produttori mondiali di componenti per l’elettronica, utilizzati per lo più in ambito industriale, automobilistico e tecnologico. La società si è inoltre adoperata per la realizzazione di componenti per dispositivi Telepass e transponder.
Il gruppo ha una consistente estensione territoriale in Italia, nelle zone della Brianza, ad Arenzano, Caserta e Catania. E’ inoltre attiva sul suolo francese, a Malta, in Marocco, negli USA, in Cina, Malesia e Singapore.

ST, abbreviazione con la quali si è soliti indicare il gruppo, si è distinta come una delle realtà industriali italiane più attenta all’impatto ambientale: nel corso del 5° forum Mobility Tech ha ricevuto il premio “Città amica della bicicletta”, grazie all’attuazione di numerosi progetti volti ad incentivare l’utilizzo di mezzi di circolazione a basso inquinamento. ST ha collabora con la provincia di Milano nel progetto Piano Spostamenti Casa-Lavoro, che incentiva le aziende tramite lo stanziamento di fondi al fine di attuare piani di sviluppo di mobilità sostenibile

I principali dati di STMicroelectronics

La composizione azionaria del gruppo, quotato contemporaneamente sulle borse di Milano, Parigi e New York, mette sul mercato poco più del 70% della capitalizzazione del gruppo. La restante parte fa capo principalmente a STMicroelectronics Holding II BV (27,5%).
L’attuale Presidente in carica, nonché Amministratore delegato del gruppo è Carlo Bozotti, dopo che l’ex direttore Pasquale Pistorio, cui è attribuibile l’attestazione dell’azienda sul territorio, ha terminato l’incarico nel marzo 2005, divenendo Presidente Onorario.

Per info: STM

Nome società STMICROELECTRONICS
Paese USA
Mercato FTSE MIB
Settore TECNOLOGIA
Codice Alfa STM
Codice Isin NL0000226223
Codice Reuters STM.MI
Sito web società Link
Telefono 041229292929
Fax 041229292988
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società 39 Chemin du Champ-des-Filles, 1228 Genéve Plan-Les-Ouates (Svizzera)
Società revisione PricewaterhouseCoopers
Azioni in circolazione 910.710.805
Capitale Sociale 947.139.237
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale € 1.04
Data di collocamento 10/12/2001
Prezzo di collocamento € 35.75
Ultimo dividendo € 0.0600
Tipo dividendo Ordinario
Data pagamento 20/03/2019
Ultima raccomandazione 04/07/2018
Emittente EQUITA SIM
Raccomandazione Buy
Target Price € 27.00
Andamento rating
 
Bozotti Carlo
Chery Jean Marc
Dufourcq Nicolas
Tamagnini Maurizio
Rivera Alessandro
Kersten Heleen
Davidson Janet
Malcor Jean-Georges
Verluyten Martine
Manzi Salvatore
Sanchez Frederic
Treasury Shares 3.00 %
ST HOLDING II 27.50 %
31/12/2017 Variaz. % 31/12/2016
TOTALE RICAVI 7.393,20 17,37% 6.299,00
MARGINE OPERATIVO LORDO (EBITDA) 1.455,20 77,03% 822,00
MARGINE OPERATIVO NETTO (EBIT) 879,50 354,99% 193,30
RISULTATO ANTE IMPOSTE 844,10 365,07% 181,50
RISULTATO NETTO 717,40 367,36% 153,50
POSIZIONE FINANZIARIA NETTA -409,20 -16,16% -488,10
PATRIMONIO NETTO 4.574,90 4,62% 4.372,90
CAPITALE INVESTITO 4.487,80 6,47% 4.215,00
Ultimo Aggiornamento: 24/05/2018

STM debole con settore e Netflix

STMicroelectronics (-0,9%) perde terreno in sintonia con il settore tecnologico, probabilmente penalizzato dal forte calo di Netflix (-14,13% al NASDAQ in after hours) in scia a dati trimestrali deludenti.

STM debole con settore e Netflix







Trading mordi e fuggi: STM e Unicredit

Il primo, STM, è un long che abbiamo aperto con il segnale di buy scattato ieri, 12 luglio, al break di quota 19,2350.

Trading mordi e fuggi: STM e Unicredit

Il Punto sui Mercati

Piazza Affari in moderato rialzo in attesa dell'avvio della nuova stagione delle trimestrali Usa (JP Morgan, Wells Fargo e Citigroup).

Il Punto sui Mercati

Borsa italiana in verde: bene industriali e Cucinelli, TIM su minimi dal 2013. FTSE MIB +0,28%

Borsa italiana in verde: bene industriali e Cucinelli, TIM su minimi dal 2013.

Borsa italiana in verde: bene industriali e Cucinelli, TIM su minimi dal 2013. FTSE MIB +0,28%

Bene gli industriali, estendono il recupero di ieri

Acquisti sugli industriali, estendono il recupero di ieri.

Bene gli industriali, estendono il recupero di ieri

Piazza Affari in verde nonostante taglio stima PIL Italia da Commissione UE. FTSE MIB +0,38%

Piazza Affari in verde nonostante taglio stima PIL Italia da Commissione UE.

Piazza Affari in verde nonostante taglio stima PIL Italia da Commissione UE. FTSE MIB +0,38%

Industriali in recupero

Gli industriali recuperano terreno (ma FCA resta in flessione dell'1,2%) dopo i ribassi di ieri e inizio seduta odierna, causati dal rischio di guerra commerciale dopo le ultime uscite dell'amministrazione Trump (dazi su prodotti cinesi per oltre 200 miliardi di dollari).

Industriali in recupero

Ancora deboli gli industriali

Deboli gli industriali, ancora penalizzati dal rischio di guerra commerciale dopo le ultime uscite dell'amministrazione Trump (dazi su prodotti cinesi per oltre 200 miliardi di dollari).

Ancora deboli gli industriali

Piazza Affari perde terreno su rischi guerra commerciale USA-Cina. FTSE MIB -1,58%

Piazza Affari perde terreno su rischi guerra commerciale USA-Cina.

Piazza Affari perde terreno su rischi guerra commerciale USA-Cina. FTSE MIB -1,58%

Ancora repentini cambi di fronte nel breve. I titoli sotto esame

Il Ftse Mib dai minimi dell'anno si è riportato sul lato opposto del cambio di battaglia: cosa aspettarsi nel breve e a quali titoli guardare secondo Enrico Malverti.

Ancora repentini cambi di fronte nel breve. I titoli sotto esame

Ancora vendite sui titoli esposti al rischio-dazi

Restano sotto pressione i titoli maggiormente esposti al rischio di inasprimento delle condizioni per il commercio internazionale dopo l'ultima uscita dell'amministrazione Trump: possibile l'istituzione di dazi del 10% su beni importati dalla Cina per un controvalore di ben 200 miliardi di dollari.

Ancora vendite sui titoli esposti al rischio-dazi

Piazza Affari in rosso su timori guerra dazi USA-Cina. FTSE MIB -1,56%

Piazza Affari in rosso su timori guerra dazi USA-Cina.

Piazza Affari in rosso su timori guerra dazi USA-Cina. FTSE MIB -1,56%
apk