Il mercato della criptovaluta ha perso oltre $ 30 miliardi durante la notte, passando da $ 408 a $ 377 miliardi. Le principali criptovalute come bitcoin, Bitcoin Cash, EOS e Cardano sono scese dal 5 al 13%, con Bitcoin Cash e EOS in calo rispettivamente dell'11% e del 13,5%. Questo, in estrema sintesi, il responso dell'ultima caduta dei giganti tra le monete virtuali.

La situazione

Ad aprile il mercato sembrava destinato ad una generica ripresa con il Bitcoin che ondeggiava intorno ai $ 9.500 fino a guardare con fiducia ai 10mila, il tutto proprio mentre il Bitcoin Cash ha registrato un aumento tra il 10 e il 20%, senza grandi sbalzi. Ma è bastata una leggera debolezza per far sì che tutti i protagonisti, in particolare Bitcoin Cash iniziassero a registrare perdite sempre maggiori, soprattutto rispetto a Bitcoin ed Ethereum.

Tra le monete che hanno visto le perdite peggiori sono da citare anche EOS e 0x (ZRX), crollati nell'ultima settimana con punte che, nel caos di EOS, sono arrivate oltre il 38% dal picco mensile di aprile contro il bitcoin. Il settore delle crypto, si sa, vive di rumors e notizie, eppure nemmeno l'inaugurazione di eventi come la Blockchain Week a New York e il Consensus 2018, hanno dato linfa vitale al settore.

Le previsioni

Ma nonostante tutto questo ci sono forti segnali di ottimismo, rappresentati per lo più da diverse dichiarazioni incoraggianti. La prima è quella di Roger Ver, da tutti visto come il Messia delle crypto oltre che investitore della prima ora. Stando alle sue dichiarazioni l'adozione di Bitcoin Cash da parte degli investitori è notevolmente superiore a quella del suo fratello maggiore, il Bitcoin, questo perché gli aggiornamenti fatti l'anno scorso ne hanno migliorato l'efficienza soprattutto nella velocità di esecuzione delle transazioni.