NEO ha riunito gli appassionati di blockchain, sviluppatori, investitori e imprenditori di tutto il mondo per discutere con entusiasmo quello che sta accadendo. 

Una delle principali attrazioni della conferenza? Il fondatore di NEO Da Hongfei. I partecipanti alla conferenza lo hanno atteso per una dichiarazione su quanto NEO sia arrivato in un così breve periodo di tempo e su dove lui e il team immaginano in futuro questa valuta digitale.

La nuova visione: la presentazione di Da Hongfei sul futuro di NEO

La sua presentazione è iniziata con un montaggio delle lotte e dei successi, delle innovazioni e dei fallimenti dell'umanità, sovrapposti al discorso di "Abbiamo scelto di andare sulla luna" di JFK che ha evocato chiari indizi delle aspirazioni della criptovaluta NEO.

Durante tutta la conferenza, Hongfei ha continuato a giocare sull'immaginario della folla con aneddoti dei primi giorni dei NEO, e ha anche paragonato la dedizione del progetto a quella di un atleta olimpico alle prime armi. Ricco di energia, umorismo e spavalderia fiduciosa, Hongfei ha dato un tono alla prima convention di NEO, dipingendo con un certo ottimismo l'immagine del futuro del suo progetto.

Origine di NEO

Non è nato da un momento “eureka” di Hongfei ma l’idea è arrivata da un forum di Bitcoin Talk, dove si voleva creare Antshares (una piattaforma di crowfounding) per promuovere un modello economico in base al quale il mondo potesse gestire le sue finanze in modo più sicuro e con maggiore efficienza. Questa economia intelligente non solo previene il tipo di frode propagata da attori malintenzionati, ma favorirebbe anche un sistema che rafforzerebbe i suoi utenti e semplificherà tutti gli aspetti delle transazioni finanziarie.