Sui mercati finanziari tornano a soffiare i venti di guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Ieri sera l'amministrazione Trump ha pubblicato una nuova lista di prodotti cinesi che saranno assoggettati a dazi del 10% per un valore di 200 miliardi di dollari. Non si è fatta attendere la risposta della Cina che si rivolgerà al World Trade Organization (Wto) per discutere della faccenda e ha promesso ritorsioni contro gli Stati Uniti. In questo clima di rinnovate tensioni i listini asiatici hanno imboccato la via dei ribassi, con Tokyo che ha lasciato sul parterre oltre 1 punto percentuale. Previsto avvio negativo per le principali Borse europee.