Si prevede una partenza in calo per Piazza Affari, in linea con gli altri listini del Vecchio continente, sulle rinnovate tensioni commerciali. Il listino milanese è reduce di diverse sedute positive: anche ieri l'indice Ftse Mib ha chiuso con segno più (+0,11%), frenato in parte dal dietrofront del settore bancario. Il presidente dell'Abi, Antonio Patuelli, ha avvertito che per l'Italia la scelta strategica deve essere di partecipare maggiormente all’Unione Europea altrimenti l’economia italiana potrebbe finire nei gorghi di un nazionalismo mediterraneo molto simile a quelli sudamericani. Oggi tra gli appuntamenti, si segnala l'asta del Tesoro di BoT annuali.