Salvatore Ferragamo (+7,20% rispetto a venerdì scorso )

Cosa è successo: Tra i migliori della settimana. La scomparsa della moglie dello storico fondatore, Wanda Miletti Ferragamo, ha riacceso la speculazione di una possibile vendita del marchio. Attualmente, il 65% del capitale della casa è nelle mani della famiglia, che non ha mai mostrato interesse a vendere.

Eventi da monitorare:

  • 8 Novembre, pubblicazione dei conti: Ferragamo, Burberry
  • 7 Novembre, pubblicazione dei conti: Hermes, Tod’s e Michael Kors

Cosa ci aspettiamo: per il comparto del lusso è un periodo contrastato: se la cessione del brand Versace a Michael Kors (per 1,83 miliardi di euro) ha certificato un interesse ancora alto per le firme, il rischio di un rallentamento dei consumi cinesi dovuti alla guerra commerciale tra Usa e Cina e l’eventuale chiusura di Pechino potrebbero impattare sul business. Un certo supporto al comparto potrebbe arrivare dall’euro debole.

Fiat Chrysler Automobiles (+1,60% rispetto a venerdì scorso)

Cosa è successo: L’azienda in settimana ha annunciato l’accordo per la cessione di Magneti Marelli alla nipponica Calsonic Kansei, controllata dal fondo americano Kkr. La notizia è stata accolta positivamente dal mercato, che l’ha letta come un’opportunità di combinare due business di successo con un’ampia diversificazione geografica e di prodotto.

Eventi da monitorare:

  • 30 Ottobre, pubblicazione dei conti: FCA, Volkswagen