Il Dipartimento dell'energia Usa ha reso noto che nell'ultima settimana le scorte strategiche di petrolio hanno subito una netta flessione di 4,143 milioni di barili, a fronte della previsione di un calo più contenuto di 1,6 milioni.
Le riserve di benzina sono scese di 2,271 milioni di barili, mentre le attese erano per un rialzo di 700mila barili e gli stock di distillati hanno registrato una contrazione di 2,1 milioni di barili, mentre le stime indicavano una crescita di 400mila barili.
Dopo la diffusione del report il petrolio ha invertito la rotta e dapprima ha ripianato le perdite per poi spingersi in positivo, passando di mano ora a 66,6 dollari, con un progresso dello 0,36%.