Dopo avere scalato la classifica relativa all’offerta di fondi con rating elevato, Vanguard mantiene il suo primato in quella degli strumenti passivi. A dirlo è l’ultimo Morningstar European rating analysis on investment funds, lo studio trimestrale curato da Nikolaj Holdt Mikkelsen e Ali Masarwah, che rappresenta una valutazione quantitativa del rendimento aggiustato per il rischio dell’universo dei fondi ed Etf domiciliati nel Vecchio continente.

Tra i provider con un patrimonio gestito coperto da Star rating superiore a 20 miliardi di euro, Vanguard è la società con il giudizio medio equi-ponderato più elevato e migliora da 3,54 a 3,69 stelle. Seguono State Street con 3,25 stelle e, a breve distanza, Lyxor e Xtrackers. iShares, prima per patrimonio gestito coperto da Morningstar rating, peggiora ancora da 3,22 a 3,17 stelle.

Il gruppo fondato da John Bogle ha il 78% degli asset in Etf a 4 o 5 stelle e una valutazione asset-weighted di 4,38 stelle. State Street ha una quota del 59% e iShares del 47% in prodotti con il rating più alto.

La tabella mostra le valutazioni degli emittenti di Etf europei, ordinati in base al patrimonio gestito. 

Il Morningstar rating degli emittenti di Etf europei (l’ordinamento è in base agli asset gestiti)

Di Sara Silano