Potrebbe essere in arrivo un cambiamento per la prima e più diffusa criptovaluta al mondo. Poiché dalla community di Bitcoin si levano da tutte le parti voci che, invece di dare risposte, creano ancor più confusione, abbiamo deciso di attivarci e darti le informazioni del caso in modo chiaro e diretto.

Che cos’è l’Hard Fork di Bitcoin?

Pensa a un hard fork come a un aggiornamento del software di Bitcoin. Esso introduce una nuova regola che non è compatibile con il software precedente, utilizzato per creare, detenere e gestire Bitcoin. In pratica, i nodi sui cui gira l’attuale versione della blockchain di Bitcoin non saranno compatibili con la versione che sarà creata dopo il fork – che considererà nulle le nuove transazioni.

Quindi, l’unico modo per far funzionare la catena Bitcoin dopo il fork sarà creare nodi e protocolli di mining completamente nuovi – si tratterà, in fin dei conti, di una nuova valuta, con un nuovo pacchetto di regole e un nuovo nome.

Chi riguarderà?

In generale, tutte le borse di cambio che detengono Bitcoin, le persone che hanno Bitcoin nei loro portafogli elettronici e le aziende che offrono pagamenti in Bitcoin.

Su eToro, i trader che hanno una posizione su Bitcoin, in entrambe le direzioni di mercato.

Quando avverrà?

Potrebbe essere già successo mentre leggevi l’ultimo paragrafo, o potremmo dover aspettare che l’Inghilterra vinca i Mondiali. Non è stata comunicata una data ufficiale.

Poiché Bitcoin non è una valuta convenzionale, monitorata da banche e governi, oggi nessuno può dare una risposta precisa sulla data dell’hard fork.