Momento decisivo in arrivo per l’Euro

By Peter Rosenstreich

La riunione del 14 giugno della Banca centrale europea sarà fondamentale nel segnalare un ulteriore tapering del QE e gli aumenti dei tassi d'interesse. I membri del consiglio sono stati tranquilli sulla "normalizzazione" alla luce dello scenario in rapido cambiamento.

Un problema è la debole crescita, illustrata da un ampio calo dell'indice flash dei responsabili degli acquisti del mese di maggio.Un altro è l'inflazione debole. Data la situazione di debolezza, nessuno sarebbe sorpreso da una pausa della BCE nella sua posizione di linea dura. Con l'inquietudine delle preoccupazioni economiche, aumenta il rischio che un messaggio anticipato in giugno o luglio sul tapering (per porre fine alla quantitative easing) possa essere ritardato.

Nel frattempo, il rischio politico e il clamore stanno crescendo in Italia, Spagna e Grecia, situazione che potrebbe cambiare le idee della BCE. Un recente, forte aumento dei tassi di interesse nelle economie periferiche suggerisce condizioni finanziarie più strette per le nazioni più deboli della regione.Ciò potrebbe giustificare un ritardo nella "normalizzazione"; tuttavia, sospettiamo che questo rafforzerà solo il desiderio della BCE di aumentare i tassi.La banca ha poche opzioni per gestire una crisi.I tassi di interesse sono già negativi e negli acquisti di obbligazioni si stanno già verificando problemi di offerta.Sospettiamo che i mercati stiano sottovalutando l'impegno della BCE verso la "normalizzazione".

Le discussioni sulla guerra commerciale sono al centro dell'attenzione