A Piazza Affari il Ftse Mib sta rimbalzando dai minimi dell’anno, faticando per ora a riportarsi al di sopra di area 22.000. Questo livello potrà essere superato nelle prossime giornate?

Passando al nostro mercato, alla luce di quanto detto poc'anzi, potremo assistere ad uno scivolamento dalla attuale mediana dei 21.800/22.000 punti di futures con scadenza settembre, ai 21200/21.300 punti.

Sotto questo livello si potrebbe avere un momentaneo stop sui supporti intermedi di area 20.800, con un obiettivo finale di breve/medio termine a 19.500 punti.

In sostanza prevediamo un trading range di breve tra 21.800 e 20.800 e di medio termine tra 20.800 e 19.500 circa.
Ovviamente anche i massimi nei rimbalzi estemporanei si abbasseranno progressivamente.

Mi preve evidenziare che il consiglio dato dopo il 4 marzo scorso di vendere a lungo termine opzioni call e put nel rapporto 2 a 1, si è tradotto in una strategia che fino ad ora ha pagato.

Venerdì scorso Generali si è mostrato debole dopo il buon rialzo della vigilia, mentre UnipolSai è stato oggetto di uno shopping vivace. Qual è la sua view su questi due titoli?

Tra i due titoli a nostro avviso è da privilegiare UnipolSai, una storia che viene da lontano e che i nostri abbonati di lunga data hanno cavalcato da quando era quotato il titolo Milano Assicurazioni, poi inglobato in Sai, gruppo Fondiaria ed indi fuso in Unipol.

Abbiamo consigliato il mese scorso ai nostri abbonati di rientrare in acquisto su UnipolSai tra 1,75 e 1,85 euro, il giorno dello stacco del dividendo. Sul rimbalzo abbiamo suggerito la copertura oscillazioni con vendita di call settembre-dicembre strike 2/2,10 e put 1,60/1,70 rispettivamente.