Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.
Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

A Piazza Affari il Ftse Mib continua a mantenersi nella parte alta del trading range nel quale si muove da alcune settimane. Cosa si aspetta per le prossime giornate?

Prevediamo la continuazione del movimento laterale, con continui e brevi su e giù, ma con oscillazioni orientate più al ribasso che al rialzo per tre motivi chiave: le tensioni geopolitiche, i disastri ambientali con particolare riferimento al passaggio di alcuni disastrosi uragani sull'opposta sponda dell'Atlantico, e l'impasse del Governo a stelle e strisce.

Dal punto di vista finanziario le variabili da tenere d'occhio sono sempre in ogni caso il cross euro-dollaro e momentaneamente anche il petrolio Wti, dopo il crash del 4% di venerdì scorso e il conseguente ritorno sui 47 dollari il barile.
Per il future sul Ftse Mib con scadenza dicembre indichiamo un range compreso tra i 21.200 e i 22.200 punti.

A chi volesse puntare ora sul settore bancario a Piazza Affari, a quali titoli consiglierebbe di guardare?

Se proprio dovessimo diversificare anche sul settore finanziario, il male minore è stare sempre scegliere titoli già segnalati in interviste precedenti e mi riferisco ad Intesa Sanpaolo nella versione risparmio, a Banca Ifis e a Creval,  magari acquistati su storno di mercato e sui relativi supporti.