Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari. Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

Piazza Affari ha mostrato qualche incertezza nelle ultime sedute, ma il Ftse Mib è riuscito a mantenersi a poca distanza dai top dell'anno. Quali le attese per le prossime sedute?

Quando l'indice Ftse Mib arriva sui 24.300/24.400 punti, o meglio sui 23.800/23.900 di future con scadenza giugno, scatta subito, senza apparente motivi di rilievo, una mirata presa di beneficio. Quest'ultima è guidata da mani sapienti che valutano il contesto del nostro mercato a medio e lungo termine, continuando a fare trading e profitti.

Noi abbiamo suggerito ai nostri abbonati di uscire dal mercato, sul quale eravamo presenti con un portafoglio impostato per arrivare ad inizio estate, sia con titoli che con altri asset, fra cui le opzioni.
Abbiamo consigliato così di mantenere solo con poche storie e alcuni titoli a piccola e media capitalizzazione per il lungo termine, ossia per i prossimi 12 mesi.

Tanto ci vorrà a nostro avviso, affinché il quadro politico nazionale, con il rischio sempre presente di nuove elezioni, dia un forte segnale al mercato ed i primi frutti.
Nella lettera operativa del giorno successivo al 4 marzo 2018, suggerivamo di spostarsi sulla primavera 2019 in termini di opzioni e al contempo di continuare a mantenere i bond in dollari, insieme ad una stategia particolare.

Tra i bancari Banco BPM è stato colpito dalle vendite dopo la trimestrale, mentre ha guadagnato terreno Ubi Banca. Qual è la sua view su questi due titoli?