Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari. Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

I mercati azionari continuano a mantenere un'intonazione rialzista, basti pensare che gli indici Usa sono a poca distanza dai massimi di sempre. Si aspetta ulteriori progressi nel breve?

In effetti sembrerebbe un mercato impostato ancora al rialzo, ormai dal week-end del Natale scorso, almeno quello europeo ed in particolare quello domestico.

Wall Street è impostata al rialzo da molto più tempo, addirittura da quasi 10 anni, con una crescita stemperata solo da impetuosi scossoni, anche di oltre il 10%, come l'ultimo appunto di fine 2018.

Siamo in ogni caso in pieno movimento tecnico, che poco ha a che fare con i fondamentali, con l'economia e la politica.

Nel caso di Wall Street, qualora l'S&P500 andasse a ritestare i 2.910 punti, ormai ad un soffio, e il Dow Jones i massimi del 2018 a 26.900/26.950 punti, possiamo prevedere uno storno duraturo, diciamo da classico "stop and reverse".

L'S&P500 potrebbe così tornare in area 2.650/2.600, almeno nel breve/medio termine, senza comunque inficiare il trend principale almeno per il momento, mentre il Dow Jones potrebbe riportarsi sui minimi di fine 2018 in area 24.500/24.000.