Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Gianvito D’Angelo, trader professionista che coniuga analisi intraday e multiday su futures, azioni e forex. Chi volesse contattare Gianvito D’Angelo può scrivere all’indirizzo email: supergianvi@gmail.com, oppure richiedere la sua amicizia sul profilo pubblico Facebook: @gianvitodangelo.

Il Ftse Mib sta recuperando terreno in queste prime giornate del 2018, riportandosi a poca distanza dai massimi dello scorso anno. Quali sono le sue previsioni nel breve?

Il movimento che mi aspettavo nelle ultime sessioni del 2017, sperando di chiudere in bellezza l'anno, non si è verificato. Interessante però l'evoluzione di queste prime giornate del 2018, quando il mercato ha comprato minimi e poi ha iniziato a funzionare il breakout dei massimi.

Ora il Ftse Mib si trova a ridosso di una resistenza rappresentata dall'area dei 22.760/22.800, corrispondente peraltro ai massimi mensili di dicembre. Su questi livelli il mercato potrebbe prendersi una pausa e la cosa interessante sarà vedere quanto sarà profondo questo ritracciamento.

Oggi l'indice ha aperto sulla parte alta del range odierno, ha provato a scendere e in seguito è andato ad attaccare nuovamente i valori segnati in apertura.
Come dicevo prima fino ad ora hanno funzionato il breakout dei massimi, ma ciò è avvenuto con volumi più bassi della media e questo probabilmente non è rimasto impresso nella mente della maggioranza degli operatori.

L'attenzione deve essere rivolta ora ad area 22.600 che rappresenta un primo supporto e se il Ftse Mib dovesse provare ad attaccarlo senza sfondarlo al ribasso, il livello in questione diventerebbe il primo punto dove provare ad entrare long con primo target i massimi odierni in area 22.800, senza escludere allunghi fino ai 23.000 punti, obiettivo rivisto rispetto ai 24.000 punti che ci eravamo dati per il mese di dicembre.