Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Gianvito D’Angelo, trader professionista che coniuga analisi intraday e multiday su futures, azioni e forex. Chi volesse contattare Gianvito D’Angelo può scrivere all’indirizzo email: supergianvi@gmail.com, oppure richiedere la sua amicizia sul profilo pubblico Facebook: @gianvitodangelo.

L'indice Ftse Mib sta continuando a premere contro la soglia psicologica dei 22.000 punti. Il recupero in atto a Piazza Affari è destinato a proseguire o è prossimo al capolinea?

I livelli testati oggi dal Ftse Mib, gli stessi delle ultime due sedute, non sono particolarmente importanti dal punto di vista tecnico, anche se la soglia dei 22.000 punti è una cifra tonda e come tale va rispettata.
Il vero ostacolo per il nostro indice è su livelli più alti e mi riferisco ai 22.500/22.700 punti che rappresentano anche i massimi del mese di giugno e che sono il vero grande obiettivo dei rialzisti.

Siamo long sul Ftse Mib, ma la nostra view deve essere necessariamente di breve con target a 22.500/22.700, massimo 22.800, dove vedremo se ci saranno delle prese di profitto o meno.
Se sui livelli appena segnalati non ci dovessero essere nuovi compratori, sarà molto probabile che il Ftse Mib torni indietro e provare ad attaccare nuovamente i minimi dell'anno.

L'ennesimo eventuale attacco dei 21.000 punti stavolta potrebbe portare ad una rottura in accelerazione di questa soglia, con target in area 19.000 che però sarà un obiettivo del trimestre in corso, raggiungibile non prima di fine agosto/metà settembre, quando ci saranno le scadenze tecniche trimestrali.